Clint Mansell, musiche per "Il Lercio", dal romanzo di Irvine Welsh

Clint Mansell, musiche per

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

Sarà il compositore Clint Mansell a occuparsi della colonna sonora di Filth, nuovo film tratto dal romanzo dello scrittore Irvine Welsh: Il Lercio (pubblicato in Italia da Guanda). Lo storico collaboratore di Darren Aronofsky, noto soprattutto per la bella soundtrack di Requiem For a Dream – ma ha accompagnato il regista durante tutta la sua carriera, compreso l'ultimo Noah –  ultimamente ha lavorato per l'esordio in lingua inglese di Park Chan-Wook, Stoker.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

Intanto sono già online le prime foto dal set (nella nostra gallery) di Filth, girato tra Scozia, Svezia e Belgio, diretto da Jon S. Baird (Hooligans, Cass) e attualmente in postproduzione. Nei panni dello sgradevole protagonista c'è James McAvoy (X-Men: L' inizio, Trance di Danny Boyle). Welsh aveva delle riserve sulla capacità dell'attore di interpretare un poliziotto sadico e brutale, ossessionato dal sesso, ma le sue perplessità sono sparite in fase di casting.

McAvoy è  affiancato da un gruppo di buoni attori perlopiù britannici: Eddie Marsan (Tyrannosaur, The World's End) Jamie Bell (Nymphomaniac, Snowpiercer, The Adventures of Tintin: Prisoners of the Sun) Imogen Poots (A Late Quartet, Greetings from Tim Buckley, Knight of Cups) Jim Broadbent (The Iron Lady, Cloud Atlas) Shirley Henderson (Meek's Cutoff, Anna Karenina) Pollyanna McIntosh (The Woman) Iain De Caestecker (Shell) Shauna Macdonald (The Descent) Emun Elliott e Kate Dickie (entrambi in Prometheus) e Martin Compston (Sweet 16, Red Road, Sister). Il film sarà distribuito entro la fine dell'anno da Lionsgate.

Dai romanzi di Irvine Welsh è stato tratti, oltre a Trainspotting e The Acid House, anche il recente Ecstasy. Lo scrittore sta lavorando anche alla sceneggiatura di Knuckle, adattamento per la tv del potente documentario di Ian Palmer, e a quella del "western modernizzato" The Magnificent Eleven, diretto da Jeremy Wooding. (m.p.)