Cronenberg, Huppert, Lavant: un film da Body Art di Don DeLillo

Un film da Body Art di Don DeLillo, con Cronenberg, Lavant, Huppert. Regia di Luca Guadagnino

 

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Arriva un nuovo adattamento da un romanzo del 2001 di Don DeLillo: Body Art, un progetto che nasce da una collaborazione dagli esiti curiosi e imprevedibili: il grande produttore portoghese Paulo Branco, con la sua Alfama Films, che ha prodotto Cosmopolis, tratto pThe Body Artist di Don DeLillo, il libroroprio da DeLillo; il regista David Cronenberg, eccezionalmente in qualità di attore (dopo alcuni piccoli cameo in questi anni) accanto a due mostri sacri: l'attore feticcio di Leos Carax Denis Lavant (Holy Motors) e Isabelle Huppert (a Berlino con La Religieuse).

Il tutto diretto da Luca Guadagnino (Melissa P, poi Io sono l’amore con Tilda Swinton, in cantiere anche The big Nowhere, tratto dal romanzo di James Ellroy) qui anche autore della sceneggiatura.

La Huppert sarà Laura (Laurene nel libro) artista performer di body art. Suo marito, regista e poeta, si suicida. La donna tenta di elaborare il lutto, ma nella sua solitudine scopre che uno sconosciuto (forse Lavant) – reale o proiezione della sua mente – si aggira nella sua casa.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Nel frattempo Cronenberg sta preparando il suo nuovo lungometraggio Maps to the Stars, con Robert Pattinson, Viggo Mortensen, Rachel Weisz.

Le prevendite di Body Art si terranno presso l'European Film Market della 63° Berlinale. Le riprese inizieranno questa estate.