CYBERPUNK 2077 – Conto alla rovescia…

Dal 19 novembre arriva l’ultimo grande titolo di questa generazione videoludica, e il primo della next-gen. Ecco gli spot con Keanu Reeves, la mappa, e tutte le info che conosciamo sino ad ora

E’ uscito questo nuovo video in cui Keanu Reeves, sulle note di Bad Guy, parla di Cyberpunk 2077 e fa: Nel 2077 cosa ti rende un criminale? Essere beccato! A Night City puoi diventare chiunque tu voglia, qualsiasi cosa tu voglia, se il tuo corpo può pagarne il prezzo. Cogli quindi l’attimo e scatena il caos!

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

La scorsa E3 si apriva con la presentazione di Cyberpunk 2077, il nuovo progetto di CD Project Red che già era in sviluppo da 8 anni. Poi una sorpresa: sul palco saliva Keanu Reeves, allora la folla è esplosa. Avrebbe interpretato Johnny Silverhand, uno dei personaggi protagonisti del videogame, realizzato pure a sua immagine e somiglianza. Per cominciare, durante il suo lungo sviluppo, il progetto ha dovuto attraversare diverse difficoltà. Soprattutto a causa della pandemia, l’uscita è stata rimandata due volte. E fino ad ora non c’era certezza che sarebbe uscito entro il tempo previsto. Fino ad ora perché lo scorso 5 ottobre è stata annunciata l’entrata di Cyberpunk in fase gold, per cui il progetto può ufficialmente dirsi concluso. Verrà distribuito il 19 novembre, in occasione dell’uscita delle console next gen, su PC, PS5 e Xbox series X e poi su Google Stadia, ma sarà giocabile anche dalle rispettive console dell’attuale generazione. Cyberpunk 2077 allora è uno di quei prodotti che rappresentano l’avvento di una nuova era per il videogame. Non solo perché è giocabile su console di nuova generazione, ma anche perché presenterà tutta una serie di novità videoludiche, in parte già rivelate.

---------------------------------------------------------------
BORSE DI STUDIO IN SCENEGGIATURA, CRITICA, FILMMAKING – SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI


---------------------------------------------------------------

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nell’anno 2077 l’America vive in una realtà distopica, dove la criminalità ha preso il sopravvento. Crisi e guerre interne hanno causato la frammentazione del paese e imposto, in certe zone, una rigida militarizzazione. Le città sono sovrappopolate, inquinate, sporche. Qui gli umani hanno la possibilità di modificare biologicamente il proprio corpo e divenire cyborg. E’ possibile dunque istallare protesi o impianti ad alta tecnologia, così da potenziare capacità percettive e motorie. Ci sono nuove classi sociali, tra queste gli hacker, in costante fuga dal decadentismo della realtà, combattono le loro guerre in un altro “posto”: il Cyberspazio. Cyberpunk 2077, più precisamente, è ambientato nella metropoli di Night City, in California. Qui, come dice Keanu, chiunque può diventare chiunque, scegliendo pure di seguire obiettivi e strade diverse – lasciandosi travolgere dal caos della metropoli, dal nuovo mondo a metà tra l’underground, il glamour e l’alta tecnologia, dalle opportunità che offre.

Come The Witcher, che è la prima trilogia videoludica sviluppata da CD Project Red, anche Cyberpunk è un RPG e si svolge in un open world. C’è dunque una vasta mappa, tutta esplorabile, della città e delle zone limitrofe, tra cui anche il deserto. Il protagonista V è un mercenario fuorilegge, alla ricerca di un impianto unico in grado di conferire l’immortalità. Il corpo di V, come le armi, è totalmente personalizzabile, dall’aspetto fisico, al ceto sociale. L’unica cosa che l’editor non include è la scelta del sesso, che rimane invariata per non fare differenziazione. Poi ci sono tre background iniziali da cui partire: Street Kid, Nomad e Corporate. Nella prima situazione il protagonista è già inserito nella realtà urbana di Night City: sfrutta la rete di conoscenze nell’underground cittadino, operando all’inizio nei bassifondi. Il Nomad invece proviene dalle zone fuori città, luoghi marginali, dove chi è fuori dal tessuto urbano vive come reietto. Infine Corporate, già lavora con una delle principali corporazioni che dominano Night City. Qui si inizia il gioco con visuale in prima persona, trovandosi invischiati in intrighi politici, economici e sociali dell’alta borghesia. Qualunque condizione si scelga per iniziare, poi evolve in base alle dinamiche in cui ci si imbatte o alle decisioni prese durante il gioco. Chissà fin dove si può arrivare.

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative