Danzica città di cinema, i film del festival Corso Polonia

L’uomo di Marmo, Operai 80 e Arrivederci domani, sono i tre capolavori del cinema polacco proposti nell’ambito di Corso Polonia 2019, il festival della cultura polacca organizzato dall’Istituto Polacco a Roma.

Con tre appuntamenti tutti gratuiti, tra Palazzo Blumensthil, sede dell’Istituto Polacco e il cinema Farnese, il calendario di film del festival offre al pubblico italiano un’occasione unica per scoprire e riscoprire le opere dei grandi protagonisti della tradizione culturale cinematografica polacca nel segno di “Danzica città libera”.

Città cruciale per il cinema in Polonia, Danzica è stata la culla e a lungo la sede del più importante festival cinematografico del Paese, e luogo simbolico che ha da sempre attratto molti registi, non soltanto per la bellezza del suo paesaggio costiero e della sua architettura, ma soprattutto per la necessità di confrontarsi con la sua storia.

I film scelti raccontano i diversi volti della città, dagli anni ’60 quando Danzica è un laboratorio della cultura giovanile, centro artistico culturale vivace, fino agli anni 1980 con la nascita del sindacato autonomo Solidarność che fu fautore della svolta democratica del 1989 di cui quest’anno ricorre il trentennale.

Si comincia il 6 giugno alle ore 19 al Cinema Farnese con la versione restaurata di L’uomo di marmo, di Andrzej Wajda (1976).

Operai ’80 di Andrzej Chodakowski e Andrzej Zajączkowski, registrazione unica di quegli eventi svoltisi nell’agosto 1980 a Danzica sarà proiettato il 10 giugno alle ore 19 all’Istituto Polacco.

Terzo e ultimo appuntamento il 12 giugno alle ore 20 di nuovo al Cinema Farnese con Arrivederci domani, debutto alla regia di Janusz Morgenstern.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *