David Bowie sul nuovo "Film Tv"

David Bowie in copertina su Film TvIl Numero 15 dedica la copertina a David Bowie, l’icon video per eccellenza, colui che tra passato e presente continua a giocare con i videoclip, la cui genialità è la continua metamorfosi dell’immagine tra eccessi e sobrietà. L’artista inglese esce ora con l'ultimissimo singolo e clip The Stars (Are Out Tonight) con Tilda Swinton, per la regia di Sigismondi.

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Oblivion (dall’11 aprile nelle sale), il nuovo film di Joseph Kosinski è un lungometraggio che narra la genesi dell’oblio. Il protagonista del film è Tom Cruise, addetto alla riparazione dei droni che difendono la Terra dalle truppe aliene rimaste sul pianeta. L’attore si ritrova in questa avventura tra le braccia della bella Olga Kurylenko.

 

Uscito il 24 marzo e anticipato da tempo come uno degli eventi televisivi dell’anno è invece Phil Spector, tv movie, drama per Hbo. Il regista David Mamet ricostruisce le vicende processuali del leggendario produttore musicale. Gli attori protagonisti, Al Pacino ed Helen Mirren interpretano mimeticamente l'esagerazione delle reali personalità larger than life.

 

Nelle sale italiane dall'11 aprile arrivano contemporaneamente tre opere italiane molto interessanti: Il volto di un'altra di Pappi Corsicato, La città ideale di Luigi Lo Cascio, Tutto parla di te di Alina Marazzi, e infine Passione sinistra di Marco Ponti. Film originali che regalano nuove chiavi di lettura allo spettatore.

 

La nuova rubrica Scanners recupera questa volta tre film davvero anticonvenzionali. 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Il primo è Chroniques sexuelles d’une famille d’aujourd’hui di Pascal Arnold & Jean-Marc Barr, è la storia di un diciottenne vergine, che vede la prima volta come un’ossessione. Il film ha il chiaro scopo di comunicare la vita sessuale, parlare delle problematiche a essa legate facendole divenire una questione educativa. 
Il secondo è Cannibal Vegetarian di Branko Schmidt, candidato agli Oscar 2013 per la Croazia. La pellicola è una discesa agli inferi della vita dentro e fuori il grembo materno. Danko Babic è un medico colluso con la mafia, per la quale provoca aborti illegali su prostitute.Il regista nel lungometraggio attacca e denuncia fortemente la fiducia nelle istituzioni, nei valori, nell’uomo. 
Infine il terzo film è Marfa Girl di Larry Clark. A Marfa, cittadina del Texas, il cielo è fluorescente, i ragazzi sono persi tra circoli viziosi e svogliatezza, tra scuola e giuramenti alla bandiera. Il protagonista Adam, sedicenne, ha una vita tranquilla sino all’arrivo, un giorno, di una giovane in città. I ragazzi presentati nel film regrediscono invece che compiere un’evoluzione esistenziale. 

 

La Locandina in Regalo vuole celebrare Drag Me to Hell per la regia di Sam Raimi. Film uscito nel 2009 a Cannes con Alison Lohman e Justin Long.

 
Telepass si concentra sulla nuova tornata di quattro storie de Il commissario Montalbano (Il sorriso di Angelica, Il gioco degli specchi, Una voce di notte, Una lama di luce). 
Questo ciclo è come se apparisse conclusivo della serie. Il protagonista appare più stanco e dubbioso, più disorientato e incerto. La mafia è maggiormente presente, ma in modo trasversale e sono ancora più presenti e voluti i richiami all’attuale politica italiana. L’adattamento filmico ai testi di Camilleri diviene sempre più decisivo e netto.