Descendant. L’ultima nave schiavista, di Margaret Brown

Una perla documentaria rara che eleva il racconto come primaria forma di sopravvivenza di un popolo e del suo avvenire. Su Netflix

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

“La via dell’acqua non ha inizio e non ha fine. Il mare è intorno a te e dentro di te. Il mare è la tua casa prima della tua nascita. Il mare dà, il mare prende. L’acqua connette tutte le cose: la vita alla morte, il buio alla luce”.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Riecheggia nelle sale di tutto il mondo il mantra del clan Metkayina di Pandora. E insieme delinea i contorni di una perla documentaria rara, nascosta nelle profondità dell’oceano Netflix; celata dal medesimo silenzio che troppo a lungo ha avvolto i segreti del racconto in essa narrato.
Con Descendant, Margaret Brown scandaglia le acque della Storia alla ricerca della Clotilda, l’ultima nave negriera conosciuta – capitanata da William Foster al soldo di Timothy Meaher – che nel 1860 trasportò un carico illegale di schiavi fino a Mobile, Alabama. Una novella Titanic, dolosamente affondata per coprire le tracce di un orrido crimine. Testimone di una trista verità, tenuta a galla dai 110 uomini che la subirono e ne tramandarono il ricordo.

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

La Clotilda rimane però un’imbarcazione fantasma. Un “tesoro” cercato, trovato, ma relegato fuori campo. Spettro della narrazione, presenza costante, ma invisibile; contenitore ma non contenuto. A (ri)emergere dal mare della memoria sono invece le voci degli oppressi: le interviste degli abitanti di Africatown (Plateau), discendenti degli schiavi trasportati; i ricordi dei loro parenti e antenati, scrupolosamente registrati in videocassette; le letture di alcuni passaggi di “Barracoon”, il libro dell’antropologa afroamericana Zora Neale Hurston che racconta la storia di Cudjo Lewis (ultimo superstite del carico di Meaher), realizzato negli anni ’30, ma pubblicato solo nel 2018. Sussurri divenuti voce, parole finalmente pronunciate. La rottura del silenzio complice che per decenni ha soffocato il desiderio di giustizia nella vergogna e nella sottomissione.

Ricordare, preservare, tramandare. Non esiste altra via. Questo è Descendant: il racconto di una terra incisa sulla pietra di lapidi anonime – “mai finita sui libri di Storia”; il resoconto di una nuova schiavitù all’insegna d’una malsana zonizzazione cittadina; la resistenza alla resa, alla tentazione di un perdono incondizionato, al sollievo fittizio di un facile oblio.
Margaret Brown non si limita a ricostruire; la sua docu-inchiesta domanda, si interroga sul significato di una giustizia tarda, di un processo privo (o quasi) di imputati. E ragiona sulla futuribilità di una valorizzazione che rischia di divenire semplice intrattenimento, attimo ininfluente, foto ricordo o – nel peggiore dei casi – storia rubata; oggetto di un’appropriazione indebita volta a trafugare le memorie di un popolo per darle in pasto alla “macchina” turismo.

La regista cavalca le onde di una scomoda verità immergendosi totalmente e senza timore nel putridume umano; ma regala ai minuti finali il tempo per un ultimo respiro; per una boccata d’aria fresca che riempia i polmoni di rinnovata fiducia. Così che le colpe dei padri sbiadiscano nelle strette di mano dei figli e lo sguardo alle nuove generazioni si colmi della speranza che ha sostenuto secoli di giusta lotta. Una lotta che come la Clotilda “rappresenta un canale, un passaggio non solo verso il passato di questa storia e di questa comunità, ma verso un futuro molto potente”.

 

Titolo originale: id.
Regia: Margaret Brown
Distribuzione: Netflix
Durata: 109′
Origine: USA, 2022

 

 

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
4
Sending
Il voto dei lettori
0 (0 voti)
----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative