DIVERGENTI 2013 – Un'Altra visione

Divergenti 2013 - The Ballad of Genesis and Lady Jaye

In partenza la sesta edizione di Divergenti, festival internazionale di cinema trans, da oggi al 5 maggio 2013 presso il Cinema Lumière a Bologna. L'evento, unico in Italia, propone quattro giornate di film, mostre, libri e workshop. Quindici le proiezioni, tra documentari, fiction e cortometraggi: The Ballad of Genesis and Lady Jaye da Berlino, Wildness dal MoMA, seguendo la voce di Antony & the Johnsons in Turning. Apre il docufilm Nessuno è Perfetto! di Fabiomassimo Lozzi

 

Divergenti 2013 - festival internazionale cinema trans - Sabrina, Paris 1967. © Christer Strömholm. Courtesy by Strömholm EstateIn partenza la sesta edizione di Divergenti, festival internazionale di cinema trans, da oggi al 5 maggio 2013 presso il Cinema Lumière a Bologna.

--------------------------------------------------------------------
Il Black Friday prosegue ancora solo per Sentieriselvaggi21st, fino al 4 dicembre!


-----------------------------------------------------

L'evento, unico nel nostro paese, interamente dedicato alla narrazione e alla rappresentazione dell'esperienza transessuale e transgender, propone quest'anno quattro giornate di proiezioni, mostre, presentazioni di libri e workshop concentrate in particolare sul terreno cruciale della comunicazione e dei media, spesso responsabili di riprodurre e diffondere modelli, percezioni e atteggiamenti transfobici, e di ridurre la molteplicità dei percorsi esistenziali in visioni monolitiche e stereotipate.
 

---------------------------------------------------------------------
RIFF AWARDS 2020

---------------------------------------------------------------------

Quindici le proiezioni, tra documentari, fiction e cortometraggi: a inaugurare la prima serata, giovedì 2 maggio, è Nessuno è Perfetto! di Fabiomassimo Lozzi (già autore di Altromondo e Stare fuori). Il regista romano sarà presente a introdurre il suo docufilm poetico, che segue quattro storie di "persone ordinarie" attraverso i ritratti del poeta e scrittore Antonio Veneziani (dai suoi libri-inchiesta viene anche Altromondo) che si muovono soprattutto attraverso le esperienze di chi ha vissuto il periodo antecedente alla legge 164 sul cambiamento di sesso. "Non voglio normalità. Voglio semplicemente essere me stessa" dice una delle protagoniste nel trailer.

A seguire, un appuntamento imperdibile: The Ballad of Genesis and Lady Jaye (info, foto e trailer) di Marie Losier, presentato al Tribeca, all SXSW e a San Francisco,  alla 61° Berlinale, dove ha vinto il Teddy Award, tra gli altri premi. Un ritratto unico del pioniere dell'underground Genesis P. Orridge (Throbbing Gristle, Psychic TV) e dell'incredibile storia d'amore che lo ha legato alla sua compagna Lady Jaye in un processo di completamento reciproco, di compenetrazione assoluta tra arte e vita e della trasformazione di sè più radicale.

Divergenti 2013 - The Ballad of Genesis and Lady JayeVenerdì 3 maggio, dopo il convegno S/oggetto Trans* Rappresentazione e visione dell’esperienza transessuale nel cinema, il documentario Sexing The Transman (trailer) interpretato, scritto e diretto da Buck Angel, attore porno etichettato come “l’uomo con una vagina”: una riflessione sulle storie di transizione FtoM e sul modo in cui i loro corpi, le loro sessualità e le identità – e quelle di coloro che condividono le loro vite – vengono influenzate dal processo medico e sociale in cui sono coinvolti.

Chiudono lo spettacolo teatrale Il sogno e l'Utopia, narrazione tra sesso, genere e cultura nei favolosi anni 70, con letture, musica e immagini di Porpora Marcasciano (Presidente MIT, attivista, "decostruttora di genere e ricostruttrice di senso per una storia trans", alla direzione di Divergenti).

Sempre venerd sarà proiettato il lungometraggio franco-pakistano Noor, scritto e diretto da Çagla Zencirci e Guillaume Giovanetti: Noor, la protagonista, vuole essere un uomo. Tra il centro di decorazione di camion in cui lavora e le vie della città in cui vive la comunità transgender pakistana dei Khusra, seguiamo il suo cammino alla ricerca di sé e dell'amore, in un gioco di desiderio e di non appartenenza (trailer).

Sabato 4 maggio
è dedicato al workshop rivolto a operatrici e operatori della comunicazione, Trans* & media, a cura di Trans Media Watch (UK) e al ConvegnoTrans* & media: Buone e cattive pratiche mediatiche nel contesto italiano. Alle 18:00 si parla di Sesso Mutante. I trasgender si raccontano, pubblicato nella collana Eteroropie di Mimesis Edizioni: presentate dall'autrice, Alessandra Mr D'Agostino, germanista, scrittrice, fotografa e sceneggiatrice, diciassette storie di transizione  MtF e FtM.

Turning, Charles Atlas e Antony & the Jonhsons - Divergenti 2013Sabato è anche il giorno del lungometraggio Facing Mirrors, di Negar Azarbayjani, premio del pubblico al Paris Lesbian Film Festival e miglior esordio del San Francisco International Lesbian & Gay Film Festival, storia di un'amicizia improbabile e temeraria che nasce a dispetto delle norme sociali e religiose. Ambientato nell'Iran contemporaneo, racconta la storia di Rana, moglie e madre tradizionale che guida un taxi per pagare i debiti del marito in prigione, e Edi, giovane e ribelle, in attesa di un passaporto per lasciare il Paese. Si tratta del primo film narrativo iraniano che vede un protagonista transgender (trailer).

Di seguito, l'atteso documentario Turning, diretto da Charles Atlas: non solo il reportage da un tour, ma un' esperienza intima e cinematografica con al centro la voce e la presenza di Antony Hegarthy (Antony & the Johnsons), qui anche sceneggiatore (trailer).

Domenica 5 maggio
, spazio ai cortometraggi: l'australiano Love and other Red Spot Specials di Lauren Anderson,lo spagnolo La Victoria de Úrsula di Nacho Ruipérez, lo svedese Ta Av Mig – Undress Me di di Victor Lindgren, il birmano Burmese Butterfly, di Hnin Ei Hlaing, e lo statunitense Lili Longed to Feel Her Insides, di Adelaide Windsome e Wren Warner. Il documentario Il mio genere è italiano: girato in Toscana, approfondisce la tematica transessuale FtoM.
 

Chiudono il festival – nella serata dell'assegnazione del premio della giuria e del premio del pubblico – il documentario Wildness, in prima italiana, già celebrato al MoMA e alla Whitney Biennial, diretto da Wu Tsang, performer e artista di stanza a Los Angeles, che esplora vite e significati muovendosi intorno al Silver Platter, il locale storico della comunità LGBT latinoamericana a Los Angeles, attivo nell'area di MacArthur Park fin dal 1963; e La Patente, esordio di Alessandro Palazzi, commedia corale con protagonisti due giovani precari romani, che mostra attraverso il filtro del grottesco i problemi dell’Italia di oggi.


Il programma completo di DIVERGENTI 2013

L'immagine del Festival Divergenti è Sabrina, Paris 1967 © Christer Strömholm, Courtesy by Strömholm Estate
 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7


2 commenti