DocUnder30

DocUnder30 – Rassegna di documentari di giovani autori
10 i documentari in concorso nella IV edizione della rassegna itinerante dedicata al cinema documentario in programma a Reggio Emilia il 13 e 14 ottobre prossimi
DocUnder30 è un meltin'pot di intenzioni, riflessioni e soprattutto visioni durante le quali verranno proiettate e discusse le opere di autori attivi in Emilia Romagna o che hanno realizzato opere e film sull’Emilia Romagna.
 
Si terrà a Reggio Emilia presso il Cinema AlCorso il 13 e 14 ottobre prossimi DocUnder30, la rassegna itinerante dedicata al cinema documentario organizzata dalla D.E-R – Documentaristi Emilia Romagna, in collaborazione con l’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna e quest’anno anche con l’Assessorato alla Cultura Ufficio Cinema del Comune di Reggio Emilia.
--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Per Mario Chemello e Angelita Fiore, due degli organizzatori, DocUnder30 è una manifestazione volta non solo a valorizzare e a dare visibilità alle opere di giovani autori, ma è anche un ottimo momento di scambio e di confronto. “Ci siamo accorti che il linguaggio dei giovani è cambiato: di anno in anno si è ‘rimodellato’, seguendo in modo straordinario la rapida evoluzione delle tecnologie. Quest’aspetto è riscontrabile anche da un altro punto di vista – prettamente culturale e formativo – che aggiunge un nuovo ‘valore’ ai documentari in rassegna. Nella IV edizione emerge, infatti, un’attenzione particolare dei giovani verso il mondo che li rappresenta, verso tematiche a loro vicine o attinte da eventi di cronaca. Si consolida il desiderio di documentare e di trasmettere informazioni, di inventare nuovi linguaggi attraverso i quali la comunicazione si affianca alla creatività, per sublimarla e rafforzarla”.
10 le opere selezionate per questa quarta edizione che si conferma un'importante vetrina e momento di incontro per i giovani filmmaker. Le proiezioni gratuite, in programma nel pomeriggio di mercoledì 13 e giovedì 14 ottobre, vedranno la partecipazione dei giovani autori e manterranno la formula del dibattito a fine visione: registi, organizzatori e pubblico in sala attraverso uno scambio attivo approfondiranno i temi del documentario appena proiettato e la giuria composta dagli studenti del DAMS e della Laurea Magistrale in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale di Bologna assegnerà anche quest’anno il premio al miglior documentario.
Queste premesse riaffermano la particolare attenzione della manifestazione nei confronti del mondo dei giovani, che saranno protagonisti a 360 gradi: dal concorso ai momenti di approfondimento organizzati con le scuole, alla serata speciale con Andrea Caccia (www.vedozero.it).

Il programma di mercoledì si aprirà alle 15.00 con ll rumore del silenzio di Luigi Zambonelli, uno straniante viaggio all’interno del mondo delle nuove tecnologie, per proseguire con La Repubblica del gioco, Scuola di italiano con migranti di André Matos e Giussano: an Istant North Blues di Stefano Migliore. di Giuseppe Di Vanni
Di Vanni indaga sui meccanismi economici-sociali legati ai giochi d'azzardo, Matos racconta la felice esperienza della Scuola di Italiano CON Migranti (S.I.M.) del centro sociale XM 24, Migliore attraverso una raccolta di testimonianze di giovani militanti della Lega Nord delinea quello che può definirsi il manifesto dei “giovani padani”. Concluderanno la prima giornata Word Wars di Lorenzo Castiello e Francesco Ruggiero (entrambi di 17 anni) dedicato al mondo dei writers e Komos, voci fuori dal coro di Mario De Nicola e Malika Papillon che narra la vicenda di cronaca che ha visto protagonista il coro polifonico Komos (coro omosessuale) durante l’estate 2009.
Nel pomeriggio di giovedì verranno proiettati gli ultimi 4 documentari in concorso: Una giornata estiva. Bologna 2 agosto 1980, trent’anni dopo di Stefano De Felici e Martino Lombezzi, Avoir toute ma tête, Il giorno in cui la notte scese due volte di Lisa Tormena e Matteo Lolletti e La palla a due punte di Gaetano Massa. di Alessia Del Bianco e Nicola Gencarelli
Lombezzi e De Felici ripercorrono la vicenda della strage di Bologna attraverso le testimonianze di sei persone rimaste ferite nell’attentato e il loro percorso di elaborazione di quell’esperienza nel corso dei trent’anni successivi, Del Bianco e Gencarelli raccontano la storia di tre giovani donne della periferia di Dakar che immaginano un futuro diverso grazie all’apertura di un centro comunitario per la formazione, Tormenta e Lolletti ci riportano all’attualità con la tragica vicenda di Alberto Meruriali ricostruita e narrata attraverso toccanti testimonianze, Massa porta il suo obiettivo nella provincia a nord di Napoli per documentare una realtà positiva portata avanti attraverso il gioco del rugby.

Ad arricchire ulteriormente il cartellone due eventi speciali. La serata di mercoledì 13 è dedicata alla proiezione di VedoZero, il “film diario” realizzato da Andrea Caccia con il materiale girato con i telefonini da settanta ragazzi tra i sedici e i diciott' anni, ritratto generazionale di 77 minuti che nella sua costruzione gioca con la tecnica cinematografica e prova a ribaltare alcuni codici del linguaggio filmico. Il giorno seguente, dopo la premiazione delle ore 20.00 è invece in programma l’ultimo lavoro di Andrea Segre, Il Sangue verde, sulla protesta dei braccianti immigrati di Rosarno e sulle loro precarie esistenze.

La mattina di giovedì sarà invece dedicata alle scuole. Dalle 9.30 alle 12.30 è in programma un incontro con gli studenti dal titolo “Una generazione si racconta: social network e linguaggi giovanili tra autorappresentazione e documentazione”. Dopo la proiezione di alcuni estratti di VedoZero di Andrea Caccia, Giovani nel frattempo di Giampaolo Bigoli e Classe 1994 di Nicola Piovesan, Agelita Fiore modererà il dibattito tra la Prof.ssa Veronica Innocenti, i tre registi e gli studenti presenti in sala. L’incontro, dedicato ai nuovi linguaggi della comunicazione, è aperto al pubblico.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Docunder30 si chiuderà con un appuntamento di prestigio e di alto valore formativo: il seminario organizzato dalla D.E.R, in collaborazione con Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna (Dams Cinema) e Assemblea Legislativa dell'Emilia Romagna, dedicato alla crossmedilità che si terrà il 15 e 16 ottobre presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell'Economia di Reggio Emilia e che fa parte del programma del VIAEMILI@DOCFEST. Il workshop sarà curato da Nick Ware della Aster Media di Londra (www.astermedia.co.uk ) con la partecipazione di Claudio Papalia (Trancemedia.eu) e Markus Nikel (RAI Educational).
Per tutte le informazioni visitate http://www.dder.info/documentaristi_emilia-romagna/cmw.html

Per tutti i trailers e per un’esclusiva intervista a Nick Ware visitate il canale YouTube di DocUnder30 all’indirizzo: http://www.youtube.com/user/DocUnder30