DVD – "Da grande", di Franco Amurri

da grande - renato pozzettoAnno: 1987
Durata: 87'
Distribuzione: Medusa Home Entertainment
Genere: Commedia
Cast: Renato Pozzetto, Joska Versari, Giulia Boschi, Alessandro Haber, Ottavia Piccolo, Gaia Piras, Alex Partexano
Regia: Franco Amurri
Formato DVD/video: 1.66:1 Anamorfico
Audio: Italiano 2.0 Dolby Digital mono
Sottotitoli: Italiano per non udenti
Extra: Trailer

IL FILM
Semplice e genuino. Potrebbero essere questi gli aggettivi giusti per raccontare un film che, in fin dei conti, non chiede di essere raccontato, un film che non ha nessuna pretesa se non quella di intrattenere un pubblico fatto di bambini che vorrebbero diventare grandi e di adulti che vorrebbero tornare bambini.
da grande - renato pozzettoDa grande è semplice, da intendersi nella sua accezione sia positiva che negativa, in tutti gli elementi che lo compongono. Dalla storiellina esile esile (casualmente simile a quella del contemporaneo film americano Big), ma in grado di assicurare l’identificazione dello spettatore (ogni bambino ha provato almeno una volta il desiderio di voler diventare subito adulto), alla scenografia povera e ingenua, eppure funzionale all’infantilismo di cui il film si fa fiero portavoce; dalla regia accademica e televisiva perché sottomessa a statici primi piani, ma capace di scoprire la magia di un carrello e di uno zoom (come quelli su Marco provocato dagli amichetti) senza cadere nel ridicolo, alla recitazione quasi banale e impacciata (è questo il punto di forza della comicità di Renato Pozzetto) ma aperta ai piccoli sentimenti e per questo così vicina alla realtà di tutti i giorni. Non sorprende che tra gli attori ne figurino tre (Haber, Piccolo e Partexano) che in passato hanno lavorato con Pupi Avati, regista più o meno abile ma votato alla favola e ai piccoli sentimenti di cui si è scritto. In particolare la coppia Alessandro Haber e Ottavia Piccolo ritornerà proprio un anno dopo nel film del regista bolognese Sposi.
E, come dicevamo, è genuino. La rappresentazione più bella di questa genuinità è forse la Silvietta interpretata dalla piccola Gaia Piras (non a caso a inizio film la bambina dice: «Non mi chiamo Silvietta, mi chiamo Gaia!»): l’impressione che si ha è che il regista, dimostrando almeno nel caso di Gaia una buona sensibilità nel rapportarsi con il mondo dei bambini, l’abbia lasciata libera nella spontanea improvvisazione, favorendo invece di castrare gli strafalcioni e gli inciampi. D’altra parte Amurri in tutti i suoi film ha sempre avuto a che fare con bambini o bambinoni: era una bambina la protagonista del Mio amico Zampalesta, erano bambinoni il Jerry Calà del Ragazzo del pony express, i Fichi d’India di Amici ahrarara e, perché no, il ricreduto hippie di Flashback.

 
da grande - renato pozzettoIL DVD
Per un film di questo tipo gli impianti all’avanguardia sono del tutto superflui, perciò non ci sembra un grave difetto che l’audio, disponibile in italiano (e opportunamente accompagnato se lo si volesse con sottotitoli per non udenti), sia in codifica mono. Ciò che ci spetta riferire sul fronte audio e video è che Medusa Home Entertainment ha realizzato un buon riversamento, curando in particolare – comunque favorita dalla giovane età del materiale di partenza – la pulizia delle immagini. Per quanto riguarda gli extra dobbiamo segnalare la presenza del solo trailer (della durata di 2 minuti).