DVD – "Halloween: La notte delle streghe", di John Carpenter

halloweenTitolo originale: Halloween
Anno: 1978
Durata: 88'
Distribuzione: Dall’Angelo Pictures/Sony HE
Genere: Horror
Cast: Jamie Lee Curtis, Donald Pleasence, Nick Castle, P. J. Soles, Chales Cyphers
Regia: John Carpenter
Formato DVD/Video: 2.35:1
Audio: Italiano Dolby Digital 5.1, Inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: Italiano
Extra: Backstage “Halloween Unmasked”; Biografie; Speciale “Halloween: Genesi di un cult”; Sul set di Halloween: 25 anni dopo; Conferenza per il 25° anniversario di Halloween; I fans di Halloween
 

IL FILM
C’era una volta un piccolo film indipendente che mostrava il Male annidarsi nel ventre molle della società americana, tra le casette a schiera e i giochi fra ragazzi, nascosto da una maschera bianca e pronto a esplodere in modo irrefrenabile approfittando di quella faglia che si crea tra realtà e finzione in una notte da sempre deputata al fantastico. Ma c’era una volta anche un racconto di repressione sessuale che vede una ragazza timida affrontare la propria nemesi distruttrice, forse da lei stessa scatenata, come una concretazione di quelle paure che il Mito riesce a rendere reale; e su tutto c’era una volta l’Archetipo, quello dell’Uomo Nero che permea il subconscio di ogni spettatore e che permette a un maniaco in tuta da meccanico di diventare uno dei simboli del terrore universale (da tenere a mente è infatti la figura simbolica del piccolo Tommy che legittima la natura leggendaria del Mostro).
Halloween_Laurie e Michael MyersRivedere oggi Halloween significa rendersi nuovamente conto di tutto questo: di come un meccanismo squisitamente lineare sia ancora in grado, con la sua semplicità e senza bisogno di motivazioni da bignamino della psicanalisi, di dare forma a un’opera capace di esaltare il piacere della forma cinematografica andando però alla sostanza dei timori che investono la modernità: rapporto con la sfera dell’ancestrale, con la sessualità, con i legami familiari che sfociano nel conflitto. C’è già tutto qui, sottolineato dall’ispirata regia del Maestro John Carpenter, che isola nell’unica figura iconica di Michael Myers quel flusso di cattiva coscienza già emerso nel precedente Distretto 13: le brigate della morte e destinato a sfociare nel conflitto.
D’altronde Halloween è in sé soprattutto un magnifico saggio sugli interstizi che si aprono fra i piani della realtà: un calibrato lavoro di sceneggiatura permette infatti a ogni spiegazione possibile di trovare una propria legittimazione, giocando con il “non detto”, e di sollevare una crudele storia di violenze domestiche a livello di una fiaba nera dove i sottotesti si intrecciano senza mai calpestarsi a vicenda.
Formalmente ineccepibile, con le sue lunghe carrellate in steadycam, un uso ipnotico della musica e una fotografia dai toni bluastri che esalta le improvvise apparizioni dell’Ombra della Strega, ma anche le fiammelle che si intravedono dalle zucche-lanterne e il repentino apparire di giovanissimi comprimari mascherati, Halloween resta il classico per eccellenza dell’Horror di fine anni Settanta, capace di essere sempre se stesso, ma di rinnovare sempre quella forza che gli permette di uscire da sé per diventare paradigma di ogni possibile storia fantastica.
 
IL DVD
Dall’Angelo Pictures torna a occuparsi di Halloween, uno dei titoli più prestigiosi del suo catalogo, già editato nel 2001 (e da noi anche recensito) e ora di nuovo disponibile in una Special Edition da 2 DVD. La confezione si presenta in slipcase, con l’amaray coperto da una elegante cover in cartoncino che riproduce il bellissimo poster originale. All’interno sono alloggiati i due dischi, destinati rispettivamente al film e ai nuovi extra. Da rimarcare, a questo proposito, un errore della fascetta che promette quattro ore di contenuti speciali, mentre ci assestiamo invece sui comunque ottimi 150 minuti.
Halloween_backstage d'epocaIl primo DVD, a onor del vero, è lo stesso dell’edizione precedente, si tratta di un disco a singolo strato che peraltro non compromette la buona qualità video, con il corretto formato 2.35:1, una buona resa dei neri e una compressione sotto controllo. Presenti anche stavolta le biografie di John Carpenter, Jamie Lee Curtis e Donald Pleasence, insieme al bel backstage Halloween: Unmasked, realizzato da Mark Cerulli nel 1999 e che ripercorre in 27 minuti la storia di un successo, stagliandosi come sintesi di ciò che troveremo nel secondo disco.
Il documentario Halloween: genesi di un mito (realizzato nel 2003) apre infatti il DVD 2 e si offre come analisi molto più puntuale di ogni aspetto della produzione, recupera alcune parti del backstage e le amplia, integrandole con interviste rifatte ex-novo, a coprire 91 minuti di durata. L’analisi è interessante per l’aneddotica e per l’approfondimento sul prima, sul durante e anche sul dopo, con le difficoltà distributive, il successo non immediato ma poi salito a livelli clamorosi e i numerosi sequel. Da rimarcare la presenza di preziosi contributi d’epoca, in cui vediamo un giovane John Carpenter istruire gli attori sul set, e anche 2 scene dell’edizione televisiva, realizzata nel 1979 per la NBC, in cui cast e crew si riunirono per girare nuove scene di dialogo, in modo da permettere alla pellicola di raggiungere la lunghezza necessaria alla collocazione degli inserti pubblicitari. Un ottimo documentario, ma va rimarcata l’assenza di didascalie, fatto che potrebbe rendere difficile riconoscere tutti gli intervistati (per fortuna quasi tutti sono presenti anche nel backstage, dove invece le didascalie ci sono).
Lo special Sul set 25 anni dopo (11 minuti), dal canto suo, mostra alcune location fra passato e presente con l’ausilio dell’attrice P. J. Soles e della compianta produttrice Debra Hill. La Conferenza per i 25 anni (23 minuti) vede invece protagonisti gli attori Brian Andrews (il piccolo Tommy), la già citata P. J. Soles, Charles Cypher (lo sceriffo Brackett) e il produttore associato Joseph Wolf che raccontano alcuni aneddoti dell’epoca. Infine il contributo sicuramente più goliardico, I fans di Halloween, ovvero un montaggio d 8 minuti dedicato agli appassionati e alle loro rivisitazioni amatoriali della storia.
In definitiva un’ottima edizione, spiace soltanto per la mancanza dei trailer e del commento audio presenti nella controparte americana dell’Anchor Bay. E ora naturalmente aspettiamo il Blu-Ray Disc!