DVD – "L'uomo di bronzo", di Michael Curtiz

l'uomo di bronzo di michael curtiz, con humphrey bogart, bette davis e edward g. robinsonPrimo di sei film della coppia d'oro di Casablanca, Michael Curtiz e Humphrey Bogart. L'uomo di bronzo inizia come una commedia dotata di leggerezza quasi aerea (strepitosa la lunga sequenza della festa in albergo), si trasforma poi in un dramma della gelosia e, infine, si conclude in tragedia. Da Warner Home Video

l'uomo di bronzo di michael curtiz, con humphrey bogart, bette davis e edward g. robinsonTitolo originale: Kid Galahad
Anno: 1937
Durata: 98’
Distribuzione: Warner Home Video
Genere: Drammatico
Cast: Edward G. Robinson, Bette Davis, Humphrey Bogart, Jane Brian, Harry Carey, William Haade, Wayne Morris
Regia: Michael Curtiz
Formato DVD/Video: 1.33:1
Audio:
Italiano, Tedesco, Inglese, Spagnolo
Sottotitoli: Italiano, Tedesco, Inglese, Spagnolo
Extra: Warner Night at the movies, trailer originale, commento di Art Simon e Robert Sklar

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

 

 

 

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------
l'uomo di bronzo 1IL FILM
Primo di sei film della coppia d'oro di Casablanca, Michael Curtiz e Humphrey Bogart. In L’uomo di bronzo, Bogart veste i panni di Morgan, un manager-gangster che organizza incontri di pugilato, rivale di Nick (Edward G. Robinson), procacciatore anch’egli di match convinto di aver scovato in Ward (Wayne Morris), fattorino d’albergo, un pugile dal grande talento. Il film di Curtiz inizia come una commedia dotata di leggerezza quasi aerea (strepitosa la lunga sequenza della festa in albergo), si trasforma poi in un dramma della gelosia e, infine, si conclude in tragedia. La boxe qui risulta un mero pretesto – anche se le coreografie dei combattimenti sono molto curate ed estremamente dure e realistiche – per descrivere invece i differenti sentimenti che animano e regolano il modo di agire dei protagonisti. Ecco quindi che dai personaggi si esternano emozioni e sensazioni dissonanti: Ward, il pugile leale ma al tempo stesso innamorato della sorella (Jane Brian) del suo mentore Nick, attanagliato dalla gelosia verso la ragazza (impossibile evitare un rimando a Scarface di Hawks) e deciso ad affondare Ward, colpevole di amarla; Morgan interessato solo al profitto e pronto a tutto pur di ottenerlo. Tra questo marasma da tragedia shakespeariana si eleva la figura di Fluff (Bette Davis), che qui assume i contorni di modello catartico, riuscendo con la sua presenza a tratti invisibile, ma indubbiamente carismatica, a ricompattare i rapporti tra le parti in causa. Film dal ritmo sostenuto e dall’ambientazione scenica che miscela abilmente sobrietà e ricercatezza formale (la semplicità della casa materna di Nick fa da contraltare visivo al lusso dei party negli hotel). Consigliata la visione in lingua originale per apprezzare al meglio la grande interpretazione di Edward G. Robinson.
 
l'uomo di bronzo - edward g. robinsonIL DVD
Eccellente edizione della Warner che coraggiosamente propone sul mercato Home Video titoli di non facile reperibilità. Il dvd è ricco di contenuti speciali, cosa alquanto bizzarra se si tiene conto che il film ha più di settant’anni. Si comincia con una serie di sette lavori targati Warner che vanno dai cinegiornali d’epoca, ai corti, per finire ai cartoni di Looney Tunes e Merries Melodies.  Interessante è anche il commento al film di Art Simon e Robert Sklar, due attenti e puntuali conoscitori del cinema che fu, peccato che il loro commento non sia sottotitolato né in italiano né in inglese, riuscendo così complicato comprendere i vari aneddoti legati al lungometraggio di Curtiz; completano i contenuti speciali, il trailer originale dell’epoca dove Edward G. Robinson e Bette Davis presentano i loro personaggi con una certa dose di ironia. Dal lato tecnico il dvd si presenta accettabile con un quadro discretamente illuminato ed immagini che, pur non essendo perfette, regalano un bianco e nero sufficientemente definito. Buona scelta della lingua: inglese, spagnolo, italiano e tedesco, stessa cosa per i sottotitoli, non di eccelsa qualità invece l’audio, dove suoni e dialoghi risultano leggermente ovattati.

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8