DVD – "Nati con la camicia" di E. B. Clucher

Quarta regia di E. B. Clucher/Enzo Barboni alle prese con il duo Spencer-Hill. Gli ingredienti del successo sono gli stessi: una comicità molto fisica e ai limiti del demenziale.
Un cinema fast food, tutto sommato sempre godibile. In Divx edito dalla Millennium Storm

Titolo originale: Id.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Anno: 1983


Durata: 104'


Distribuzione: Millennium Storm

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Genere: Commedia


Cast: Bud Spencer (Carlo Pedersoli), Terence Hill (Mario Girotti), Buffy Dee, David Huddleston, Riccardo Pizzuti, Faith Minton


Regia: E. B. Clucher (Enzo Barboni)


Formato Divx/video: 16/9


Audio: mp3 stereo italiano


 


IL FILM


 


Il primo incontro sul set tra Bud Spencer e Terence Hill è datato 1967: Dio perdona…io no, regia di Giuseppe Colizzi. Sempre Colizzi, l'anno dopo, riunirà i due in I quattro dell'Ave Maria, dando definitivamente il via ad una nuova stagione dello spaghetti western, segnata da un tono più spiccatamente comico, ai limiti della farsa. Ma la consacrazione del duo Spencer-Hill arriva due anni dopo, nel 1970, con il successo incredibile di Lo chiamavano Trinità…E l'artefice di questo boom si chiama E. B. Clucher, al secolo Enzo Barboni, vecchia volpe del B-movie italiano, che ben presto viene accusato di aver tradito e involgarito il genere del western all'italiana. Al punto che, dopo gli incassi stratosferici di Continuavano a chiamarlo Trinità.., consumerà la sua rottura anche col vecchio amico Sergio Leone. Proprio Barboni torna più tardi a dirigere l'ormai popolare coppia in I due superpiedi quasi piatti (1977) e in questo Nati con la camicia (1983). Scompaiono i fagioli e l'ambientazione retrò, scompare qualsiasi rimando ad un genere non più in voga. Si decide di fare il verso al thriller e alle storie di spionaggio stile James Bond. Resta come sfondo l'America, vero e proprio santuario dell'immaginario, "luogo comune" di tutta una generazione cresciuta a "rifare" o reinventare certo cinema di genere. La ricetta è ormai consolidata. L'ingrediente principale: la coppia comica, il bello e il brutto, il furbo e il bonaccione energumeno. Si aggiungono un bel po' di sganassoni e scazzottate, qualche buon caratterista, una comicità molto fisica e ai limiti del demenziale (il cuoco cieco, i cattivi imbranati ecc…) e il piatto è pronto. Il tutto servito con la mano sinistra, girato in gran velocità e in maniera elementare. Un cinema fast food, come gli hamburger divorati da Doug/Spencer. Eppure, se non ci sono più le trovate cult di …Altrimenti ci arrabbiamo, se le risse non hanno il ritmo di altri film, sebbene tutto sembri tirato via e approssimato, il complesso rimane godibile. Un hot dog ogni tanto non fa male a nessuno…

IL DVD


 


Con Nati con la camicia la Millennium Storm si è sbizzarrita, proponendo tre versioni: una in Divx, un'altra in DVD e poi un'edizione speciale con 6 cartoline, interviste e numerosi contenuti extra. Noi abbiamo visionato la versione in Divx, la più economica, che comunque nella grafica della confezione si mantiene in linea con le altre due. Per il resto, nulla di trascendentale. E' ovvio, considerando che il peso totale del file è di soli 1,87 GB. Ma in ogni caso risulta un'edizione adatta al cinema veloce di E. B. Clucher, in cui le immagini e la messa in scena poco aggiungono alla storia. Abbastanza bassa la risoluzione video, 720×404, con 25 immagini al secondo. Un formato che mantiene qualità soddisfacenti solo su schermo piccolo e che tende a perdere definizione ad ogni ingrandimento del quadro. La traccia audio in italiano è, naturalmente, in mpeg3 con velocità dati di 256 Kbps. Anche in questo caso, la qualità si può ritenere sufficiente per il tipo di film in questione. Una sola nota: le musiche di Franco Micalizzi, per quanto simpatiche, fanno rimpiangere i mitici Oliver Onions…


 


ACQUISTA IL DVD

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8