DVD – "Nostalghia", di Andrej Tarkovskij

Titolo originale: id.
Anno: 1983
Durata: 130'
Distribuzione: 01 Distribution
Genere: Drammatico
Cast: Domiziana Giordano, Oleg Jankovskij, Delia Boccardo, Milena Vukotic
Regia: Andrej Tarkovskij
Formato DVD/Video: 1.66:1 – Wide Screen
Audio: Dolby Digital 2.0 stereo in italiano
Sottotitoli: italiano per non udenti
Extra: 1 DVD – biografia del regista e degli attori principali; selezione scene; documentario "Tempo di Viaggio"; 2 DVD – interviste a Tonino Guerra, Beppe Lanci, Franco Terilli  

IL FILM

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

 


Uno scrittore sovietico, Andrej  Gorčakov, è in Italia per fare ricerche su Pavel Sošnovskij, musicista esule del '700 morto suicida al suo ritorno in Patria. In Toscana conosce Eugenia, una giovane e bella interprete italiana. Insieme girano la regione, visitando alcune luoghi cari alla tradizione religiosa e all'arte. A Bagno Vignoli, il paese di Santa Caterina, dove la piazza è interamente occupata da una vasca termale che la tradizione vuole visitata dalla Santa, lo scrittore incontra Domenico, un anziano già internato in manicomio per aver tenuto segregata la sua famiglia per sette anni in attesa del Giudizio Universale. Due solitudini si incontrano e la vita di entrambi cambia ancora una volta. Lo scrittore non crede alla pazzia di Domenico, anzi ne coglie la mistica alterità così prende ad interessarsi a lui. Domenico comincia a fare discorso sulla catastrofe globale e consegna al nuovo amico straniero una candela da accendere al momento opportuno per poi attraversare, senza lasciar spegnere, la vasca di Bagno Vignoli. La fine è vicina…

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Nostalghia (nel 1986 gira Sacrificio) è il penultimo film di Tarkovskij, girato in Italia, sceneggiato insieme a Tonino Guerra, con Beppe Lanci direttore della fotografia. È il periodo di esilio in Italia per il regista sovietico. Probabilmente è uno dei suoi film meno riusciti, ma resta il testamento della sua grave malattia, del fatale attaccamento dei russi alle proprie radici nazionali, al proprio passato, alla propria cultura. I russi raramente sono capaci di cambiare natura e di adattarsi alle nuove condizioni di vita. I russi sono cattivi emigranti, con la loro drammatica refrattarietà all'assimilazione, la loro goffa pesantezza nel tentativo di imitare lo stile di vita altrui. "Nostalghia" non è un'emozione leggera e sorridente, è una specie di malattia mortale, una compassione profonda che lega non tanto alla propria privazione, mancanza o separazione, quanto alla sofferenza degli altri cui ci si accosta, come per un legame passionale. Nostalghia è in qualche modo la sintesi degli ultimi film, grandiosa e imperfetta, è l'apparenza e denuncia del viaggio, progetto fallimentare che mette in scena la rinuncia. "Nostalghia" è la cornice di contorni, volti e presenze, un "dar peso" e quindi profondità all'anima in bilico fra il perdersi e l'apparire.

IL DVD


 


Per questo DVD passano in secondo piano gli aspetti tecnici, riguardanti la risoluzione video e audio (se pur buone entrambe), e diventa importante poter risaltare l'aspetto riguardante i contenuti speciali, una volta tanto ricchi e interessantissimi. Doppio DVD: nel primo trovi la biografia del regista e dei principali interpreti del film e soprattutto il documentario Tempo di Viaggio. Nel secondo DVD ci sono tre interviste: una allo sceneggiatore Tonino Guerra, la seconda al direttore della fotografia Beppe Lanci, l'ultima all'organizzatore generale del progetto Franco Terilli. Naturalmente, oltre alle testimonianze dei tre intervistati, di grande rilievo è il documentario allegato. Tempo di Viaggio è un documentario televisivo sulla lavorazione di Nostalghia trasmesso dalla Rai nel 1983, anno in cui è stato realizzato. Il documentario dura 63 minuti e riprende i sopralluoghi per reperire le location di Nostalghia. Tonino Guerra viaggia con Tarkovskij alla ricerca dei luoghi che il regista dovrà scegliere per le riprese. Il viaggio è anche l'occasione per i due di confrontare le loro idee sul ruolo dell'artista, sia egli poeta o cineasta. In particolare Tarkovskij tiene a sottolineare che: "Il cineasta è un artista né più né meno come un pittore o un musicista e che, come questi, deve consacrarsi interamente alla sua arte". Tarkovskij è rammaricato nel costatare che oggi per molti cineasti quello del cinema è solo un mestiere senza badare alla responsabilità morale che esso comporta. "Bisognerebbe accettare l'idea che il cinema è un'arte difficile, seria e che richiede dei sacrifici. È il cineasta che appartiene al cinema e non il contrario. Bisogna servire, bisogna sacrificarsi all'arte".


 


ACQUISTA IL DVD