DVD – "Tempo di vivere", di Douglas Sirk

tempo di vivereE’ con cupa disillusione che Douglas Sirk fa muovere i suoi due protagonisti in un paesaggio di morte, la Germania durante la guerra, dove l’intensità della passione è l’unico movimento vitale nella livida desolazione che imprigiona lo spazio. Tratto da Tempo di vivere, tempo di morire di Erich Maria Remarque. Un ottimo dvd da Flamingo Video e Teodora Film
-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------
tempo di vivereTitolo originale: Time to Love and a Time to Die
Anno: 1958
Durata: 127’
Distribuzione: Teodora Film – Flamingo Video
Genere: drammatico
Cast: John Gavin, Liselotte Pulver, Keenan Wynn, Jock Mahoney, Erich Maria Remarque, Klaus Kinski, Barbara Rutting
Regia: Douglas Sirk
Formato DVD/Video: 2.35:1 anamorfico
Audio: italiano Dolby Digital 2.0, inglese Dolby Digital 2.0
Sottotitoli: italiano, italiano per non udenti
Extra: Vieri Razzini sul film, trailer originale, galleria fotografica, biografia di Douglas Sirk, John Gavin e Liselotte Pulver
 
 
IL DVD
Tempo di vivere esce in un ottima edizione, grazie a Flamingo Video e a Teodora Film, nella collana curata da Vieri Razzini, “Il piacere del cinema”. I contenuti speciali sono composti dal trailer originale tempo di viveredel film, da una ricca galleria fotografica, dalla biografia in formato testuale di Douglas Sirk, di John Gavin e di Liselotte Pulver e dal catalogo dei film usciti nella collana “Il piacere del cinema”. Sempre dagli extra è possibile accedere all’appassionato commento di Vieri Razzini, il quale parla delle scelte formali adottate da Douglas Sirk e del registro realistico di Tempo di vivere, si sofferma sulla capacità del film di far emergere, attraverso il melodramma sentimentale, la realtà storica della Germania durante la guerra, descrive i personaggi interpretati da John Gavin e da Liselotte Pulver, analizza la visione del sentimento nel cinema di Douglas Sirk. Grazie all’ottima qualità del video il film sembra non risentire del tempo. L’immagine è sempre nitida, i contrasti perfettamente definiti. I colori appassiti, lividi, desolati, disegnati dalla fotografia di Russel Metty sono restituiti nella loro straordinaria intensità. Due le tracce audio disponibili, italiano e inglese Dolby Digital 2.0. A prescindere da qualche piccola sporcatura in alcune scene, l’audio originale è sempre chiaro e potente, l’avvolgente densità e l’imponenza malinconica della colonna sonora di Miklos Rozsa rivive in tutta la sua grave bellezza. Buona anche la qualità della versione doppiata in italiano, che però risulta impoverita e meno intensa rispetto al sonoro originale.
--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative