DVD – "The Big Question", di Francesco Cabras e Alberto Molinari

Anno: 2004


--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Durata: 75'

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Distribuzione: Minerva/Raro Video


Genere: documentario

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Regia: Francesco Cabras, Alberto Molinari


Formato DVD/Video: 1.33:1 (4/3)


Audio: italiano, inglese


Sottotitoli: italiano


Extra: scene tagliate; commentario: antologia critica in 19 interventi; making of della colonna sonora; Kamali Sabri live; backstage Greg il cane; il Piccirillo; striscia di Stefano Disegni; scheda autori e produzione


 

IL FILM


La percezione del trascendente nell'esperienza umana, la necessità ed il desiderio di trovare ristoro e speranza nella dimensione spirituale, l'intimo ed intraducibile rapporto con un'entità soprannaturale, sono alla base dell'esplorazione compiuta da Francesco Cabras e da Alberto Molinari, oltre la consistenza materica del set di The Passion ed oltre lo svelamento dell'artificio cinematografico, attraverso i volti, le parole, i silenzi delle comparse, delle maestranze, degli attori del film di Mel Gibson. Sfruttando sapientemente la potenza evocativa e quasi mistica di Matera, pur rimanendo talvolta intrappolato in uno sterile e compiaciuto formalismo, amplificando l'impatto emotivo attraverso la scelta di ritrarre gli intervistati nei loro costumi di scena, ideando una costruzione stilizzata del quadro, dove l'illuminazione fortemente contrastata ed il cromatismo acceso, estremizzato fino a quasi a negare se stesso, contribuiscono ad allontanare la visione dal dato reale per proiettarla in un luogo privo di confini, situato oltre lo scorrere del tempo, all'interno del quale sembra quasi palpabile l'aspirazione all'universalità annidata nello spirito, The Big Question, senza fornire risposte, scorre attraverso la polifonia di una coralità eternizzata e trans-culturale che continua ad interrogarsi sull'inspiegabilità dell'essere. La progressiva smaterializzazione dei corpi, disgregati in piccole porzioni che negano la loro interezza, ottenuta grazie all'insistita attenzione tributata al particolare, e la scarna brevità dei numerosi interventi, solo apparentemente creano una frammentazione del discorso, per andare invece a ricomporsi nella percezione di una nuova unità, formata dalla totalità delle diverse singolarità ritratte nel film, dove la specificità dell'esperienza personale, imperfetta e fallibile nella sua ricerca del divino, diventa il riflesso necessario, immutabile ed eterno, di quell'universalità impossibile da comprendere verso la quale l'essere continua ad aspirare. Amplificando coscientemente la carica emotiva, pur senza tradire la leggerezza che si respira nell'opera, Cabras e Molinari scelgono inoltre di affiancare all'indagine compiuta attraverso il codice linguistico, il viaggio silenzioso e solitario di un cane che, in una condizione liberata dalle sovrastrutture socio-culturali, attraversa, superando la paura di perdersi, l'immobilità indifferente della Natura per giungere infine in un luogo nuovo e liberato, dove è possibile riappropriarsi della coscienza di essere parte imprescindibile della Natura stessa.


 

IL DVD


Dopo una difficile vicenda produttiva, che ha visto The Big Question inizialmente co-prodotto da Mel Gibson, poi bloccato dal regista stesso a causa di divergenze teologiche, infine distribuito dopo quasi un anno nelle sale americane e mai giunto sugli schermi italiani, il film di Cabras e Molinari, grazie all'impegno della Raro Video, approda finalmente in Italia in un'edizione dvd ottimamente curata. L'alta qualità del riversamento e l'ineccepibile resa del video nulla fanno perdere del suggestivo tentativo formale di astrarre l'immagine dal dato reale per mostrare anche in essa l'aspirazione al divino. Ottimo anche l'audio, nell'unica traccia originale in cui s'intrecciano interventi in inglese ed in italiano, dove la bella colonna sonora, firmata da Alessandro Molinari, Kamal Sabri, Enk Jarghal, Khaoticos e Maurizio Jorio, e l'ampio spazio dato al canto e alla musica come strumenti evocativi in grado più del linguaggio di rappresentare la spiritualità, sono resi in tutta la loro potenza arcaica e mistica. Gli interventi in inglese sono sottotitolati in italiano.
La sezione dei contenuti speciali è assai ricca. Oltre alle scene tagliate, sotto la dicitura Commentario è contenuta una lunga antologia critica in cui 19 voci appartenenti a persone legate al mondo del cinema o a quello religioso, diverse per formazione, estrazione sociale, credo e nazionalità, s'intrecciano nei loro commenti positivi e negativi sul documentario. Nel Making of della colonna sonora sono mostrare le interessanti e divertenti riprese effettuate durante le registrazioni delle composizioni ideate da Alessandro Molinari, da Enk Jarghal e da Max Urso (Khaoticos). Sempre negli extra oltre all'esibizione di Kamal Sabri, è contenuto Greg il cane, un breve montaggio di momenti rubati dal "set" di The Big Question. Sotto la voce Il Piccirillo si nasconde invece Giovanni Piccirillo in una "breve apologia underground" del documentario. Infine la sezione dei contenuti speciali si conclude con la divertente striscia disegnata da Stefano Disegni per The Big Question.

ACQUISTA IL DVD