DVD – "Un eroe dei nostri tempi", di Mario Monicelli

un eroe dei nostri tempiPur gradevolissimo e coerente con il percorso autoriale di Monicelli, il suo essere un film-cerniera impedisce a questo Un eroe dei nostri tempi di concorrere con i grandi capolavori di Monicelli, gli impedisce di essere oltre che “storia” anche “Storia”. La 01 Distribution ha realizzato un DVD senza alcun contenuto speciale

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------
un eroe dei nostri tempiAnno: 1955
Durata:
85'
Distribuzione: 01 Distribution
Genere: Comico
Cast:Alberto Sordi, Franca Valeri, Giovanna Ralli, Tina Pica, Mario Carotenuto, Leopoldo Trieste, Alberto Lattuada
Regia: Mario Monicelli
Formato DVD/video: 1,33:1
Audio: Italiano 2.0 Dolby Digital
Sottotitoli:
Extra:
 

 

--------------------------------------------------------------------
OFFERTA CORSI SCENEGGIATURA ONLINE
Due nuovi corsi operativi di Sceneggiatura per il Cinema e le Serie Tv! Scopri l’offerta sul pacchetto

--------------------------------------------------------------------

IL FILM

Nel suo Castoro su Mario Monicelli, Steve della Casa definisce questo Un eroe dei nostri tempi come film-cerniera, «che introduce il periodo in cui Monicelli, divenuto regista, si muove nella doppia direzione di continuare ad ottenere il successo di pubblico e di meglio precisare i tratti Alberto Sordi_in_Un eroe dei nostri tempidella propria personalità». In quegli anni, infatti, Monicelli stava andando alla ricerca di una nuova forma di cinema, più personale, un po’ farsa (adottata fino a quel momento, in particolare con i film girati con Steno e Totò) e un po’ neorealismo rosa, i due generi che più hanno contribuito alla creazione della commedia all’italiana. Un eroe dei nostri tempi non è stato un film-cerniera solo per Monicelli, ma anche per il suo protagonista Alberto Sordi. Nella storia di Alberto, impiegato timido e senza iniziativa, con la perenne paura di restare incastrato in qualche brutta avventura (ovviamente così sarà!), Sordi ha riproposto i caratteri che già erano stati suoi in Un americano a Roma e in Piccola posta e, ad un tempo, con la complicità di Monicelli e dello sceneggiatore Rodolfo Sonego, ha rimarcato i tratti più negativi, «tanto che – scrive ancora Della Casa – il Sordi protagonista di Un borghese piccolo piccolo potrebbe essere considerato il proseguimento (invecchiato, senza speranza e senza più voglia di scherzare) di questo Alberto Menichetti».
Pur gradevolissimo (esilarante Sordi che si appunta sul taccuino ogni cosa in modo da poterlo utilizzare come prova per scagionarsi da eventuali accuse) e coerente con il percorso autoriale di Monicelli, il suo essere un film-cerniera impedisce a questo film di essere al pari con i grandi capolavori di Monicelli, gli impedisce di essere oltre che “storia” anche “Storia”, con la s maiuscola (ne abbiamo scritto nella recensione all’Armata Brancaleone). Manca quella componente di dignità, onore, patriottismo, insomma, di epicità. Quella piccolissima e banalissima epicità che faceva dire al soldato Busacca «E allora, senti un po', visto che parli così… mi te disi proprio un bel gnènt. Hai capito?». Quella piccolissima e banalissima epicità che spingeva l’armata dei perdenti di Brancaleone a rimettersi in marcia per “pugnare” nelle terre sante e lasciare, finalmente, una traccia nella Storia.

 

Un eroe dei nostri tempi_MonicelliIL DVD
La 01 Distribution ha realizzato un DVD piuttosto essenziale: video e audio hanno beneficiato di un buon restauro e non ci sono gravi difetti da segnalare, mentre sono del tutto assenti i contenuti speciali. Peccato, sarebbe stato utile e interessante, per esempio, realizzare un breve intervento per collocare storicamente e sociologicamente (non erano ancora gli anni ruggenti del boom, ma la fame era passata e le piccole manie potevano riemergere e assumere un ruolo importante nella vita dell'italiano medio) il film e quindi apprezzare maggiormente le motivazioni e le paure del protagonista Alberto.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7


Un commento