È morta Kirstie Alley

Morta a 71 anni l’attrice del film Senti chi parla e della serie tv Cin Cin. Se ne va un’interprete che ha avuto successi di pubblico ma anche una vita turbolenta. La ricordiamo con la nostra Top 5

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

“A tutti i nostri amici, siamo dispiaciuti di informarvi che la nostra amata mamma è morta dopo una battaglia contro il cancro scoperto di recente”. Così hanno dichiarato i figli di Kristie Alley in un tweet. L’attrice si è spenta la notte del 5 dicembre a Tampa, in Florida, a 71 anni.
La star di Senti chi parla nasce in Kansas nel 1951. Fin da piccola voleva diventare un attrice. Per seguire il suo sogno ha lasciato l’università e si sposta a Los Angeles. Le sue prime esperienze in Tv risalgono a due apparizioni in due quiz game, The Match Game e Password negli anni Ottanta.
Dal 1987 fino al 1993 ha recitato nel ruolo di Rebecca Howe nella sitcom della NBC Cin Cin per il quale vince un Emmy Award e un Golden Globe nel 1991.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Il suo debutto nel cinema avviene invece all’età di 31 anni in Star Trek II: L’ira di Khan (1982), di Nicholas Meyer, dove interpreta l’ufficiale della Flotta Stellare vulcaniana, il tenente Saavik, ruolo che ha scelto di non riprendere nei due sequel successivi. Il film con cui ottiene enorme successo di pubblico Senti chi parla (1989) e i due sequel girati nel 1990 e nel 1993 sempre con John Travolta, con il quale ha avito una relazione molto particolare come lei stessa raccontò durante il Grande Fratello americano solo quattro anni fa. “L’ho amato, lo amo ancora, lo avrei sposato”, ha detto l’attrice commossa in quell’occasione. Nel 1994 ha vinto il suo secondo Emmy per David’s Mother, di Robert Allan Ackerman, in cui ha interpretato la madre di un teenager autistico. Ha lavorato anche con Woody Allen nel 1997 in Harry a pezzi dove interpetra Joan, la moglie tradita dal fedifrago e sboccato protagonista interpretato dallo stesso Allen.

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

Per i suoi contributi all’industria cinematografica, nel 1995 Kirstie Alley ha ricevuto una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 7000 di Hollywood Boulevard. Nello stesso anno ha recitato come co-protagonista insieme a Christopher Reeve nel film Il villaggio dei dannati  di John Carpenter. I suoi due ultimi film importanti  sono stati nel 1999 Belle da morire, di Michael Patrick Jann e Back by Midnight (2004) di Harry Basil mentre la sua ultima apparizione al cinema è stata in Accidental Love (2015) di Stephen Greene. Dopo questo oblio dalle sale ha partecipato ad alcune serie tv come Scream Queens di Ryan Murphy andata in onda tra il 2015 e il 2016.

Kirstie Alley non ha avuto una vita facile tanto che le sue vicissitudini  hanno sconvolto la seconda parte della sua carriera. Quando i ruoli per lei si sono diradati, è diventata dipendente dalla cocaina. Non sono atati però solo l’abuso di droghe a minarne la sanità mentale. Dopo il secondo divorzio è caduta in depressione e ha cominciato a soffrire di bulimia, al punto di ingrassare e pesare più di 100 Kg. Nel 2005 con molto coraggio ha accettato di essere la protagonista della sitcom Fat Actress, che prende spunto proprio dalla sua esperienza di attrice rapidamente dimenticata perché il suo aspetto non corrispondeva più ai canoni dello showbiz. Questa esperienza è diventata, nello stesso anno, anche un’autobiografia: How to Lose Your Ass and Regain Your Life. Reclutant Confessions of a Big-Butted Star. Dopo anni di cure, ha ritrovato la forma fisica e un po’ di serenità.

Nel 2018 Alley è apparsa in una pubblicazione della Chiesa di Scientology chiamata Freewinds. L’attrice è stata infatti per anni una dellesue  celebrità più conosciute: sin dalla sua entrata avvenuta nel 1979, all’interno del programma di riabilitazione dalla droga che l’ha aiutata effettivamente a liberarsi dal vizio della cocaina, è diventata un’importante sostenitrice vocale della chiesa, disposta a scagliarsi contro i detrattori dell’organizzazione.

Molto toccante è stato il ricordo postato il 6 dicembre sui social da John Travolta, compagno di set ed amico anche fuori: ‘’Kirstie è stata una delle relazioni più speciali che abbia mai avuto. Ti voglio bene Kirstie. So che ci rivedremo’’.

 

La nostra top 5

 

Star Trek II: L’ira di Khan (1982)

 

Senti chi parla (1989)

 

Cheers (1987-1993)

 

Harry a pezzi (1997)

 

Scream Queens (2015-2016)

----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative