È morto Wolfgang Petersen

Il cineasta tedesco si è spento il 12 agosto a 81 anni. Spesso snobbato dalla critica, ha spesso ottenuto grandi risultati al botteghino e ha diretto alcuni dei più importanti attori statunitensi.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Si è spento lo scorso 12 agosto, ma la notizia è stata diffusa solo ieri. Wolfgang Petersen è morto nella sua casa di Brentwood, nei pressi di Los Angeles a 81 anni. All’inizio della carriera ha lavorato molto in tv e ha firmato, tra il 1971 e il 1977, sei episodi del popolare telefilm giallo Tatort. Ha esordito come regista nel 1974 con Einer von uns beiden ma ha raggiunto un enorme popolarità sette anni più tardi con U-Boot 96, film bellico-claustrofobico ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale che si svolge quasi interamente dentro un sommergibile. Visto da tre milioni di spettatori solo in Germania, ha incassato in quell’anno circa 85 milioni di dollari e ha anche ottenuto sei nomination all’Oscar, tra cui quelli per la miglior regia e la sceneggiatura non originale, opera dello stesso Petersen. Nel 1984 ha scritto e diretto La storia infinita che ha avuto un budget imponente (circa 60 milioni di marchi, la produzione tedesca più costosa del dopoguerra)  ma ha poi sbancato al box-office con oltre 100 milioni di dollari. Nel corso degli anni è diventato uno dei film natalizi simbolo degli anni ’80. La vicenda di Bastian che finisce dentro un libro magico e si ritrova a combattere il Nulla con l’aiuto di un drago volante, ha appassionato nel corso degli anni migliaia di bambini e adolescenti ed è rimasto celebre anche per la colonna sonora di Giorgio Moroder. Il film è tratto dalla prima parte del romanzo di Michael Ende che ha accusato Petersen di aver offuscato la parte favolistica e, furioso, ha chiesto di togliere il suo nome dai titoli.

----------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ, per Fare Cinema

----------------------------

L’enorme successo del fim gli ha aperto le porte del cinema statunitense, ma il suo primo film hollywoodiano, Il fantasy-thriller Il mio nemico (1985), non è andato bene. Ben più convincente il successivo Prova schiacciante (1991), probabilmente il suo miglior film americano, patinato thriller con evidenti rimandi hitchcockiani su un uomo che ha perso la memoria ed è rimasto sfigurato dopo un incidente d’auto ma alcuni flashback sul passato gli rivelano che nel passato della moglie c’è qualcosa di torbido.

----------------------------
SCUOLA DI SCENEGGIATURA: LA SPECIALIZZAZIONE

----------------------------

Da questo momento in poi il cinema di Petersen attraersa in maniera diretta e con esiti più o meno alterno i generi del cinema statunitense. I risultati più convincenti sono col poliziesco Nel centro del mirino (1993), l’epico Troy (2004) e il catastrofico Poseidon (2006), remake di L’avventura del Poseidon (1972). Decisamente più deludenti il thriller Virus letale (1995), l’action Air Force One (1997) e l’avventuroso La tempesta perfetta (2000), anche se questi ultimi due (soprattutto Air Force One) sono tra i titoli di maggiore successo del regista.

Nel corso della sua carriera ha anche diretto alcuni dei più importanti attori del cinema statunitense. Tra loro ci sono Clint Eastwood, Dustin Hoffman, Harrison Ford, George Clooney, Brad Pitt, Mark Wahlberg, Diane Lane, Tom Berenger, Greta Scacchi, Orlando Bloom, Kurt Russell, Richard Dreyfuss, Gary Oldman, Glenn Close, Donald Sutherland, Kevin Spacey, Morgan Freeman, John Malkovich, Rene Russo, Dennis Quaid e Bob Hoskins.

Non è stato molto amato dalla critica ma ha quasi sempre assicurato degli ottimi risultati di pubblico. Tra i cineasti tedeschi della fine dello scorso millennio, è stato quello che si è ambientato meglio a Hollywood. Forse dai suoi predecessori del cinema degli anni ’30 e ’40, ha ereditato la capacità di adattamento cercando di non perdere la propria identità. A volte c’è riuscito, a volte no.

 

LA NOSTRA TOP 5

 

U-BOOT 96 (1981)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

LA STORIA INFINITA (1984)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

PROVA SCHIACCIANTE (1991)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

NEL CENTRO DEL MIRINO (1993)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

TROY (2004)

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

 

--------------------------------------------------------------
CORSO ONLINE DI SCENOGRAFIA CINEMATOGRAFICA

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative