E’ nato il portale del cinema muto italiano, prima risorsa digitale per il genere

Il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale con il sostegno della Direzione Generale per il Cinema del MiBACT e in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino, l’AIRSC (Associazione Nazionale per le Ricerche di Storia del Cinema), la Cineteca del Friuli e la Fondazione Cineteca Italiana, ha deciso di promuovere la circolazione e l’accessibilità del cinema muto italiano. Lo ha fatto realizzando il portale del Cinema Muto Italiano (www.ilcinemamuto.it) in cui convergono retrospettive, convegni, mostre e pubblicazioni, portate alla luce in anni di ricerca. La struttura del Portale si articola attraverso varie sezioni: materiali (film ed immagini), temi (percorsi legati a personaggi o eventi), filmografie (attualmente è presente la versione digitalizzata della filmografia in 21 volumi di Aldo Bernardini e Vittorio Martinelli, Il cinema muto italiano), bibliografie e studi (in maniera progressiva si digitalizzeranno i materiali bibliografici ora a disposizione su supporto cartaceo). Altre cineteche, anche dall’estero, si aggiungeranno al progetto nel prossimo futuro, ponendosi l’obbiettivo di diventare un luogo di divulgazione digitale di qualità.