È scomparso Nicola Rondolino

Nicola RondolinoÈ scomparso al'erà di 45 anni a causa di un infarto improvviso o un malore Nicola Rondolino, il regista figlio del critico Gianni e fratello del giornalista Fabrizio. Rondolino è stato trovato lunedì scorso senza vita dai famigliari nel suo appartamento a San Salvario, Torino, dopo due giorni in cui si erano persi i contatti.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
---------------------------------------------------------------

Nicola Rondolino era nato a Torino nel 1968. Laureato in storia e critica del cinema con una tesi su François Truffaut, si era poi avviato al lavoro di regista, facendo da aiuto, tra gli altri, per film come La seconda volta di Mimmo Calopresti, L'estate di Davide di Carlo Mazzacurati, Un amore e Qui non è il Paradiso di Gianluca Tavarelli. Passa poi alla regia nel 1996 con il corto Chiuso per lutto, che partecipa a importanti festival internazionali come quelli di Capalbio, Sarajevo e Cracovia, e poi nel 2003 con il lungometraggio Tre punto sei, poliziesco con Marco Giallini e Valerio Binasco. Il film è stato presentato sia la FantaFest di Roma che all'Hampton Film Fest di New York. Co-dirige il documentario Sei nel 2006 e lavora in TV come attore (di recente nei Liceali) e sempre come regista in Ricordati di me nel 2007. Tra gli altri suoi film, Tommygum, Poca roba, Le vacanze desolate di Mensieur Désolé.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Nicola Rondolino aveva anche lavorato come selezionatore al Torino Film Festival tra il 1999 e il 2002, curando la sezione dedicata al cinema giapponese. I funerali si sono svolti oggi, 23 maggio, nella chiesa del Sacro Cuore di Gesù. (e.s.)