Elvis. in arrivo il nuovo film di Baz Luhrmann

Il regista australiano ritorna al cinema raccontando la biografia dell’immortale icona americana, in un film già lanciato e in profumo di anteprima primaverile a Cannes

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

News che circola da ormai tanti anni, frenata senza dubbio anche dal dilagare della pandemia tra il 2020 e il 2021, il biopic sul re del rock ‘n’ roll è ormai realtà. Pochi giorni fa è stato infatti lanciato il trailer dell’attesissimo film di Baz Luhrmann, interamente dedicato a Elvis. L’uscita è prevista per il 24 giugno negli Stati Uniti. Il film verrà trasmesso poco dopo anche da HBO Max e si presume che anche l’uscita in Italia sia a fine giugno. Le prime immagini di Elvis sembrano promettere bene, è un film dallo stile molto sobrio visti gli standard di Baz. Eppure la sua impronta si nota nell’approccio a questa enorme star, il cui film biografico si inserisce nella scia dell’enorme quantità di lungometraggi recentemente ispirati ai più grandi musicisti degli ultimi decenni (Stardust, Rocketman, Bohemian Rhapsody etc…).

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Nel cast del film Austin Butler (noto per essere stato uno dei volti di punta di Nickelodeon e interprete di diverse serie importanti, oltre che per la sua apparizione in C’era una volta a… Hollywood) e nei panni di Elvis e Tom Hanks in quelli di Tom Parker, manager del cantante. Elvis si focalizza infatti principalmente sul ventennale rapporto fra i due. Si presume quindi che la narrazione sarà spalmata lungo gli anni, dall’infanzia fino alla sua misteriosa morte, sopraggiunta nel 1977. A completare la rappresentazione della vita privata della star, anche la figura di Priscilla Presley, interpretata dall’attrice australiana Olivia DeJonge. Nei ruoli degli importanti co-protagonisti della scena musicale di quegli anni ci sono Kelvin Harisson Jr. (B.B. King) e Alton Mason (Little Richard).

Il film segna il ritorno di Luhrmann al cinema a quasi dieci anni dal Grande Gatsby. Sicuramente l’indole musicale è propria del regista di Sydney, vista l’importanza delle colonne sonore nei suoi film più noti. Da sempre autore amante delle contaminazioni tra diversi generi e stili, non stupisce la scelta di dirigere un film che fa della musica il suo inevitabile punto focale. Allo stesso modo Presley stesso non era estraneo al mondo del cinema. Innumerevoli sono le sue apparizioni in film, iniziate nel 1956 con Fratelli rivali e finita nel 1969 con Change of Habit. In soli 13 anni, sono stati più di 30 i progetti cinematografici a cui Elvis ha preso parte, da Blue Hawaii (1961) a Pugno proibito (1962), passando per Viva Las Vegas (1964) e Pazzo per le donne (1965).

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative