Embratur supporta Cine Fest Brasil

Embratur supporta Cine Fest Brasil

15-20 luglio, Cinema Adriano, Piazza Cavour, Roma
10 film brasiliani per conoscere São Paulo, Rio de Janeiro, il Sertão del Nordest e i litorali brasiliani. 
 
 
Embratur, Istituto Brasiliano per il Turismo, supporta Cine Fest Brasil, rassegna cinematografica interamente dedicata a filmografia di produzione brasiliana, presentata dal Circuito di Festival Inffinito in alcune delle più importanti città del mondo: Roma, Milano, Miami, Madrid, Buenos Aires, Canudos, New York, Vancouver e Barcellona.
Jeanine Pires, Presidente dell’Ente del Turismo Brasiliano, ha dichiarato: “Tutti sappiamo che il cinema è uno straordinario strumento per divulgare paesaggi, gastronomia, cultura e costumi di un popolo. È questo il motivo che ci ha spinti ad affiancarci al Circuito di Festival Inffinito per promuovere il nostro Paese e il nostro modo di essere in maniera divertente e moderna per un pubblico giovane, aperto alle nuove idee e interessato a conoscere culture e Paesi differenti”.
Commedie, film drammatici e documentari: dieci storie di vita brasiliana ambientate nelle principali città e aree del Paese. La programmazione comprenderà proiezioni in anteprima con l'intenzione di rafforzare lo scambio culturale tra i due Paesi.
La rassegna si terrà a Roma dal 15 al 20 luglio 2008 presso il Cinema Adriano in Piazza Cavour a Roma.
Liane Galina, responsabile dell’Ufficio Brasiliano per il Turismo in Italia, ha dichiarato: “Crediamo sia molto importante sostenere iniziative legate allo scambio culturale tra Italia e Brasile. L’Italia è uno dei mercati prioritari per il turismo brasiliano, essendo il 4° Paese di provenienza dei turisti dopo Argentina, USA e Portogallo. Il primo passo della promozione turistica passa dalla creazione di momenti di incontro tra culture e persone di Paesi diversi e il Cine Fest Brasil rappresenta un’ottima opportunità per offrire uno spaccato di vita brasiliana e presentare alcune delle città più importanti del territorio brasiliano”.
Ben 4 film presentati al festival sono ambientati a São Paulo: A Via Láctea, Corpo, 5 frações de uma quase história e Nossa vida não cabe num Opala. São Paulo è la città più grande del Brasile, dove persone di culture diverse provenienti da tutto il Paese e da tutto il mondo vivono in comunità che preservanocultura e tradizioni proprie pur convivendo in armonia.Città vivace e dalla impressionante offerta artistica, São Paulo ospita ben 88 musei, tra cui i principali centri d’arte brasiliana come il Masp, la Pinacoteca do Estado, il Museu de Arte Moderna, il Museu de Arte Sacra, il Museu do Ipiranga e il Museu Brasileiro de Escultura.
Il film Pode Crer è invece ambientato a Rio de Janeiro e racconta la storia della generazione degli anni ‘80 e il periodo segnato dal lancio di nuove mode, specialmente musicali, nella Cidade Maravilhosa. Sullo sfondo, alcune delle lingue di spiaggia più famose del mondo: Ipanema, Copacabana, Prainha e Arpoador – le due spiagge più amate dai surfisti – o Praia do Pepino, dove dalla sommità della Pedra da Gávea decollano i deltaplani.
 
Il film O Grão è ambientato nel Sertão del Nordest, una zona molto amata dai turisti soprattutto in giugno per via delle Feste “Juninas”, che animano i 9 Stati della regione – Alagoas, Bahia, Ceará, Maranhão, Paraíba, Piauí, Pernambuco, Rio Grande do Norte e Sergipe.
 
Il Brasile ha quasi 8 mila km di costa sull’Oceano, ogni anno sono circa 5 mila le barche che partono dall’Europa verso il Sud America e la maggior parte naviga anche il litorale del Nordest Brasiliano. Il film O Mundo em Duas Voltas ricostruisce il giro del mondo fatto tra il 1519 e il da 1522 da Magellano e i 3 anni (1997-2000) di viaggio della famiglia Schürmann, che parte alla volta dello stesso itinerario compiuto dal famoso esploratore. Heloisa, moglie di Vilfredo – capitano del veliero Aysso – sceglie di narrare i luoghi che più l’hanno impressionata, tra cui la sconosciuta spiaggia dos Carneiros nel Pernambuco del Sud, poi Fernando de Noronha, Bombinhas e la Costa da Esmeralda, nello stato di Santa Catarina.
 
Protagonisti del film Vidas sono invece l’artigianatoe la creatività del popolo brasiliano: senza limiti né all’immaginazione, né nell’impiego di risorse. Oggi sono quasi 8 milioni e mezzo le persone impiegate nell’artigianato, soprattutto per la lavorazione delle pietre e la produzione di utensileria, ceramiche e oggetti decorativi.
 
L’intera programmazione è in lingua portoghese con sottotitoli in italiano e il costo per assistere alle proiezioni è di Euro 2,50.
Per maggiori informazioni sulla trama dei film www.brazilianfilmfestival.com.
 
CALENDARIO PROGRAMMAZIONE
 
15 luglio
Ore 20.00 – Podecrer! (Bravo!)
16 luglio
Ore 20.00 – Corpo (Corpo)
Ore 22.00 – A Via Láctea (La via lattea)
17 luglio
Ore 20.005 frações de uma quase história (5 parti di una quasi storia)
Ore 22.00 – O grão (Il grano)
18 luglio
Ore 20.00 – Vidas (Vite)
Ore 22.00 Sem controle (Senza redini!)
19 luglio
Ore 20.00 – O mundo em duas voltas (Il mondo in due giri)
Ore 22.00 – Nossa vida não cabe num Opala (La nostra vita in un Opala non ci sta)
20 luglio
Ore 20.00 – Polaróides urbanas (Polaroid urbane)
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

 

 
Per ulteriori informazioni:
 
Ufficio stampa EMBRATUR – Cohn & Wolfe
 
Tel 02.202391 – Fax 02.201584
 
Chiara Roncaglio     chiara_roncaglio@cohnwolfe.com
Silvia Colleoni          silvia_colleoni@cohnwolfe.com
Marta Marchi             marta_marchi@cohnwolfe.com
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------