ENDGAME. Chronicles of Crime: 1400

Dopo il successo commerciale di Chronicles of Crime, la saga di boardgame ideata da David Cicurel e portata in Italia da Uplay.it Edizioni, con 1400 ha trovato la propria eccitante strada narrativa

Tra gli storici, medievisti e modernisti, è parere comune considerare il quindicesimo secolo come un punto di volta per i destini di molti regni e stati europei. “Sopravvissuto” agli anni terribili della crisi economica, delle carestie, della devastante Peste Nera (che fece decine di milioni di morti in pochi anni) e pregiato dalle magnifiche conquiste di uno sviluppo culturale inaudito e dei primi segni dell’Umanesimo, ogni suddito o cittadino europeo è pronto ad entrare in un periodo che, presto, lo avrebbe accompagnato verso la Modernità e verso una nuova consapevolezza di se stesso. Anche dal punto di vista politico, il nostro continente attraversa grandi cambiamenti. Tra i tanti regni che hanno grandi aspettative nel nuovo secolo, uno in particolare merita un’attenzione particolare. Incastonato tra un Sacro Romano Impero governato da sovrani deboli, un’Italia sempre più frazionata e caotica e regni spagnoli in continua lotta per sopprimere i vicini arabi, la Francia vive un momento particolare. La corona francese, infatti, è in profondo stallo. Dopo le grandi affermazioni dei monarchi capetingi del secolo precedente (da quel Filippo il Bello diventato, de facto, signore d’Europa, ai suoi successori) ora il potere è in mano a Carlo VI di Valois, soprannominato il Beneamato. Il sovrano appena trentenne, ha suscitato l’amore del suo popolo grazie alla forza con la quale ha strappato il comando dello Stato a nobili avidi e presuntuosi. Purtroppo, oltre alle sue doti politiche, Carlo è anche segnato dalla malattia mentale. La pazzia, infatti, spesso lo porta a crisi violente che lo spingono, addirittura, ad aggredire chi gli è vicino (in più di un’occasione questi raptus lo hanno portato a uccidere membri della sua corte).  I francesi sono, dunque, divisi tra paure e speranze, schizofrenici come gli stati d’umore del loro amato sovrano.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

La Parigi del 1400 è dunque la città che fa da sfondo a Chronicles of Crime: 1400, il nuovo capitolo medievale del gioco di investigazione dal grande successo. Dopo il successo commerciale della versione base, la saga di boardgame ideata da David Cicurel e portata in Italia da Uplay.it Edizioni, ha trovato la propria strada ludica aprendosi in un epico franchise, gravida di indagini, storie e ambientazioni, in un meccanismo che, avanti e indietro nella storia, ricorda l’impostazione  narrativa dei vari Assassin’s Creed. 1400 è, cronologicamente, il primo titolo della serie. Lasciati da parte Scotland Yard e gli strumenti investigativi più avanzati, questa volta i giocatori vestono i panni di Abelard Lavel, cavaliere del Re e detective dai poteri particolari. Grazie al suo cane da caccia, a una rete famigliare di esperti affidabili e soprattutto al suo “dono”, Lavel (e il gamer) si ritrova a indagare su casi efferati. Proprio l’elemento sovrannaturale, la possibilità di ricorrere a visioni e premonizioni, sopperisce alla mancanza di tecnologia e consegna all’esperienza ludica elementi utili e, soprattutto divertenti che risultano un passo immaginario in più. 1400, pur conservando intatti i riusciti meccanismi del gioco base e la possibilità di vivere un’esperienza immersiva (grazie alla VR), regala un’ambientazione attenta e divertita che richiama alla miglior produzione del giallo storico. Dai casi di Fratello Cadfael o al Dante detective di Giulio Leoni, fino alle avventure dell’Inquisitore Eymerich di Valerio Evangelisti, i riferimenti reali (o immaginati dagli appassionati) il gioco di Cicurel e Grajkowski compie un definitivo passo verso una narrazione più audace, ambiziosa e fantasiosa, con indagini sempre in bilico tra paranormale e verosimiglianza storica. In attesa degli altri due nuovi capitoli (1900 e 2400) Chronicles of Crime si conferma una delle saghe boardgame più intelligenti, un modello commerciale che, ci auguriamo anche altri editori e designer possano seguire.

 

Editore: Uplay.it Edizioni
Autore: David Cicurel, Wojciech Grajkowski
Complessità: Media
Durata: 60 – 90 Min
Numero Giocatori: 1 – 4
Anno: 2020
Prezzo consigliato:  € 30,00

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7