ENDGAME. Le Straordinarie Avventure del Barone di Munchausen

La III edizione del GDR scritto dal Barone di Munchausen e James Wallis arriva in Italia grazie a Studio Supernova. Sono incluse le varianti per bambini, ubriachi, la mod online e molto altro

Il Barone di Munchausen, di recente ritorno dai suoi viaggi, ha deciso di collaborare ancora insieme al game designer James Wallis per pubblicare la terza edizione del GDR di gruppo Le Straordinarie Avventure del Barone di Munchausen. Si tratta di un gioco di ruolo nato dall’acquisizione di XV Games da parte di Studio Supernova, che arriva a distanza di vent’anni dalla prima edizione, in una versione aggiornata, estesa (in base alle idee e proposte dei giocatori), illustrata a colori dall’artista Omar Rayyan e contenente tutto il materiale ufficiale pubblicato dal 1999 ad oggi. Sono incluse le varianti di gioco per bambini e per ubriachi, quella scritta dal marinaio Simbad, le regole per la modalità online e quelle per le diverse ambientazioni.
Questa volta il Barone ha deciso di lasciare la sua eredità definitiva ai posteri scrivendo lui stesso un libro intero, dove tra aneddoti e storie fantastiche spiega le meccaniche di gioco costruendo una sorta di meta-racconto goliardico che comincia dal momento in cui si sfoglia la prima pagina del manuale e prosegue semplicemente leggendo, anche se si sceglie di non giocare. Per questo motivo si tratta di un GDR rivoluzionario, il primo che non ha bisogno né di dadi né di Master (narratore) e quindi adatto a tutti.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Le Straordinarie Avventure del Barone di Munchausen nasce durante quei giorni trascorsi nella villa londinese di James Wallis e suo figlio Edward che hanno deciso di ospitare il Barone per farlo contribuire alla realizzazione di un prodotto adatto a tutti i lettori contemporanei e che sia in grado di tramandare anche nel ventunesimo secolo le folli avventure vissute dal gentiluomo settecentesco più strambo e famoso di sempre.
Innanzi tutto, siccome si tratta di un’edizione che dev’essere adatta all’anno di pubblicazione (2021), l’editore del gioco si scusa per il fatto che il barone utilizzi “lui” come pronome generico per gran parte del libro, poiché è nato e vissuto nel 1700, e per tutti quei termini che in epoca contemporanea risulterebbero offensivi “nei confronti di avvocati, politici, malviventi, ma soprattutto per i francesi”.
Detto ciò, Wallis comincia con le presentazioni o meglio introduce la figura del barone, che in realtà di presentazioni non ha bisogno, perché sin dal 1700 in tutto il mondo già riecheggiavano le storie delle sue avventure, sugli atti d’eroismo che praticava e sui motivi per cui raggiunse tanta fama globale.
C’è chi sostiene che le storie siano soltanto frutto di vanti ed esagerazioni, chi le vede come fiabe metaforiche e altri che invece credono si tratti della verità.
In ogni caso, i racconti sulle avventure trascorse sono la base da cui partire per giocare una bella partita e più sono assurdi e più la partita diventa divertente.
In questo gioco di ruolo, un po’ sullo stile di Once Upon a Time (inventato sempre da Wallis) e Si! Mio Oscuro Signore, i giocatori non devono far altro che battersi a suon di balle, burle e menzogne calandosi nel ruolo assegnato e nell’ambientazione ritenuta più stimolante. Liberi di trasformarci in astronauti, primitivi, cultisti di Cthulhu, supercattivi o persino gatti.

Se ad esempio si sceglie di trascorrere una serata nel 1700, ci si ritroverà (con l’immaginazione) in una locanda di città, a fumare sigari e bere del buon vino servito da una giovane donzella, insieme agli amici gentiluomini e come tali bisogna comportarsi.
Lo scopo del gioco in sostanza è quello di raccontare storie quanto più assurde possibili e allo stesso tempo credibili, contestare, ingannare, scommettere, confondere e duellare basandosi sulle regole e sull’appendice inclusa nel libro: che vinca il migliore!
In conclusione, a detta del barone, la realizzazione di questo gioco ha tre obiettivi: in primo luogo quello di trovare un modo divertente che sia in grado di portare un po’ della sua vita eccitante in quella degli altri. In secondo luogo, educare i bassi ranghi a vivere meglio, comportarsi a modo e pensare. E infine per ravvivare la scintilla di avventurosità e galanteria nell’uomo e, “raramente-occasionalmente”. anche nella donna.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Editore: Studio Supernova
Autore: James Wallis
Complessità: Facile
Durata: 45 Min
Numero Giocatori: 3 – 20
Anno: 2021
Costo consigliato:  € 24,90

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8