ENDGAME – PANDEMIC, la serie di giochi

Distribuito in Italia dal colosso Asmodee e ideato da Matt Leacock (un passato nella Silicon Valley, tra Aol e Yahoo) Pandemic nasce nel 2008 e presto diventa una delle serie ludiche più amate

Nell’estate del 2011, alla Mostra del cinema di Venezia, il regista premio Oscar Steven Soderbergh, presenta in anteprima mondiale Contagion, il suo ultimo lavoro. Sceneggiato dall’allora lanciatissimo Scott Z. Burns, già autore di The Bourne Ultimatum, il film ricostruisce con dovizia di particolari la storia di un ipotetico contagio globale, dalla morte del paziente zero fino alla sconfitta del virus. Attraverso le vicende di vari personaggi, interpretati tutti da divi come Jude Law e Kate Winslet, Contagion si concentra su aspetti precisi della vicenda (la vita dei sopravvissuti, lo sciacallaggio mediatico, la corsa contro il tempo degli immunologi etc) mettendo su un racconto corale. Il film, infatti, pur con le sue derive horror o catastrofiche, rimane ancorato a un’implacabile crudezza, mostrando una storia diventata terribilmente attuale in questi mesi.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Al di là della cronaca quotidiana e della nostra quotidianità ai tempi del Covid, la serie di giochi da tavolo Pandemic è da oltre dieci anni una delle più vendute e citate nel mercato dei boardgame. Distribuito in Italia dal colosso francese Asmodee e ideato da Matt Leacock (un passato nella Silicon Valley, tra Aol e Yahoo) Pandemic nasce nel 2008 e presto diventa uno dei titoli più noti, non solo tra gli appassionati. Il successo del gioco è dovuto molto anche al suo impianto immediato. Le regole, infatti, sono semplicissime: i giocatori impersonano ognuno un ruolo specifico (il medico, il ricercatore, il responsabile dei trasporti) con caratteristiche speciali precise, e devono collaborare per impedire che l’umanità sia spazzata via da quattro pericolose malattie pronte a esplodere. In un sistema ludico che molto ricorda le meccaniche sociali dei RPG e le modalità multiplayer dei videogiochi, i boardgamers si ritrovano a viaggiare su un tabellone grande come il mondo con l’obiettivo di sconfiggere il contagio e, soprattutto, il gioco. L’estrema semplicità del regolamento, il coinvolgimento immediato e la durata contenuta (le partite raramente superano l’ora di gioco) hanno reso Pandemic  un must have, facile da proporre a qualsiasi pubblico di giocatori. Non è un caso che sia stato usato dalle grandi aziende per eventi di team building e che sia la prima scelta fatta dagli iniziati per svezzare tutti quei neofiti ancorati ancora a un bagaglio composto solo da Monopoly, Risiko e Taboo.

--------------------------------------------------------------------
OFFERTA CORSI SCENEGGIATURA ONLINE
Due nuovi corsi operativi di Sceneggiatura per il Cinema e le Serie Tv! Scopri l’offerta sul pacchetto

--------------------------------------------------------------------

Tutto questo successo (inaspettato?) ha generato la serializzazione del titolo, portando il lavoro di Leacock, con i suoi oltre 10 titoli, a diventare la prima vera saga mainstream e internazionalista nel mondo dei gdt.  Come in tv o nei videogiochi (l’esempio più vicino, per i suoi salti temporali, è la serie di Assassin’s Creed) Pandemic, grazie a un concept base molto flessibile, si è reincarnato in vari formati e ambientazioni, mixando il suo corpus originale con innovazioni sempre più audaci. Partito da uno scenario classico, Leacock ha saputo seguire le sue intuizioni, portando il format originale dentro contesti furbi e ultra-nerd, il mondo lovercraftiano di Pandemic: Il regno di Cthulhu (qui la minaccia da impedire è il risveglio del grande antico) o in ambientazioni storiche per niente banali (l’Olanda delle alluvioni di Alta Mare, le invasioni barbariche de La Caduta di Roma, la Spagna del diciannovesimo secolo di Iberia). L’autore, per non scontentare nessuno, ha anche pensato ai più cinici confezionando con Pandemic: Contagio una versione in cui bisogna interpretare la malattia e il nemico da debellare è l’umanità. Come una major hollywoodiana, Leacock e Asmodee sono consapevoli della forza del proprio brand e la determinazione con cui hanno puntato a coltivare questo franchise, in un mondo in grandissima ascesa mediatica, li ha spinti anche verso ambiziosi azzardi. La scelta di abbracciare con ben tre prodotti la variante Legacy (i giochi “a scadenza”, che sono modificati materialmente nel corso di un numero limitato di partite) la cui qualità e profondità, non solo ha entusiasmato la critica e i giocatori, che hanno fatto arrivare questi titoli, irremovibili, ai vertici delle classifiche di tutti gli appassionati, ma ha confermato questi giochi come i fuoriclasse del mondo ludico.

Editore: Asmodee Italia
Autore: Matt Leacock
Complessità: Facile
Durata: 45 – 60 Min
Numero Giocatori: 2 – 4

 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7