Espressionismo Live

ESPRESSIONISMO LIVE
il cinema muto musicato dagli scrittori
 
5 – 17 aprile 2011
 
selezione musicale a cura di
Niccolò Ammaniti, Igort, Letizia Muratori, Nicola Lagioia, Simone Caltabellota, Tommaso Pincio
dj set di
Roberto Corsi, Gianni Music, DandywOlly, Max Passante, Estasy, Giorgio Gigli
collaborazione al progetto di
Giovanni Guardi
 
Il Palazzo delle Esposizioni presenta una rassegna di capolavori del cinema muto espressionista sonorizzati live grazie al gusto musicale di alcuni dei nostri maggiori autori contemporanei – cinque scrittori e un disegnatore di fumetti – invitati a scegliere le colonne sonore di accompagnamento ai film. Le loro selezioni musicali, eseguite durante le proiezioni da dj d’eccezione, ci offrono una lettura inedita e personale, restituendo “la parola” ai grandi film del passato attraverso una partitura musicale tutta contemporanea.
Quella espressionista è una stagione straordinaria della storia del cinema di tutti i tempi e a distanza di quasi un secolo i suoi capolavori riescono ancora a incidere profondamente nel nostro immaginario di spettatori. Con sorprendente anticipo, i suoi registi proposero temi sconvolgenti al pubblico delle prime sale cinematografiche e svelarono sullo schermo il lato nascosto dell’essere umano, spogliato brutalmente da ogni certezza e rassicurazione sociale, travolto da contenuti profondi, misteriosi e malati. Per primi, attraverso strategie visive spiazzanti e innovative, portarono al cinema la discesa nel magma dell’esistenza o dell’inconscio dell’uomo contemporaneo, sostituendo alla riproduzione oggettiva della realtà una percezione soggettiva e distorta del mondo e dei suoi accadimenti, creando paesaggi irreali, deformati, opprimenti e allucinatori.
Espressionismo Live restituisce al pubblico di oggi lo stesso senso di stupore dei primi spettatori di fronte all’impatto visivo di queste opere, grazie al sapiente dialogo tra le immagini e la fantasia degli autori coinvolti, che si sono divertiti a saccheggiare la loro playlist musicale ideale per dare nuova voce a questi universi visionari, con la complicità di alcuni dei più interessanti dj della nostra scena musicale.
 
5 e 6 aprile, ore 21.00
Il gabinetto del dottor Caligari
(Das Cabinet des Dr. Caligari)
di Robert Wiene. Germania, 1920 (v.o. con didascalie in italiano, 80’)
selezione musicale di Niccolò Ammaniti – dj set di Roberto Corsi
Opera espressionista per eccellenza, capolavoro di straordinaria suggestione poetica che ha influenzato il cinema successivo per l’atmosfera claustrofobica, le incredibili scenografie deformate e l’intreccio inestricabile tra realtà e allucinazione.
 
7 e 8 aprile, ore 21.00
Dal mattino a mezzanotte
(Von Morgens bis Mitternacht)
di Karl Heinz Martin. Germania, 1920 (v.o. con didascalie in italiano, 72’)
selezione musicale di Igort – dj set di Gianni Music
Piccolo gioiello sconosciuto ed estremo dello sperimentalismo espressionista nel quale le scene, i costumi e i volti appaiono striati da righe bianche, con un effetto sorprendente di scarnificazione della realtà, ad esprimere l’illusione di ogni riscatto vitale ma anche l’inconsistenza dei valori sociali tradizionali.
 
9 e 10 aprile, ore 21.00
Lulù – Il Vaso di Pandora
(Die Büchse der Pandora)
di Georg Wilhelm Pabst. Germania, 1928 (versione italiana, 116’)
selezione musicale di Letizia Muratori – dj set di DandywOlly
Capolavoro innovatore del linguaggio cinematografico, Lulù attualizza l’erotismo eversivo del celebre personaggio teatrale di Wedekind, esaltando una sensualità finalmente liberata, piena e luminosa, ma, proprio per questo, troppo pura e indifesa sino alla sconfitta, animata dalla presenza magica della bellissima e sorprendente Louise Brooks.
 
12 e 13 aprile, ore 21.00
Il Golem. Come venne al mondo
(Der Golem, wie er in die Welt kam)
di Paul Wegener, Carl Boese. Germania, 1920 (versione italiana, 73’)
selezione musicale di Nicola Lagioia – dj set di Max Passante
Un grande classico del cinema soprannaturale ispirato alla leggenda medioevale del gigante plasmato dall’argilla che si ribella al suo creatore, Il Golem ci trasporta in un’aura magica e fantastica, in un mondo di forze primordiali dove persino gli oggetti sembrano pulsare di vita propria.
 
14 e 15 aprile, ore 21.00
Il gabinetto delle figure di cera
(Das Wachsfigurenkabinett)
di Paul Leni, Leo Birinski. Germania, 1923 (versione francese con didascalie in italiano, 75’)
selezione musicale di Simone Caltabellota – dj set di Estasy
Un baraccone del Luna Park, tre statue di cera di personaggi celebri e un poeta che immagina le loro avventure; è questa la cornice di uno spettacolare kolossal a episodi, capolavoro della fantasia espressionista, che trasporta lo spettatore in un universo onirico e minaccioso, sino all’incubo di Jack lo Squartatore.
 
16 e 17 aprile, ore 21.00
Faust
di Friedrich Wilhelm Murnau. Germania, 1926 (v.o. con didascalie in italiano, 89’)
selezione musicale di Tommaso Pincio – dj set di Giorgio Gigli
Il geniale regista di Nosferatu porta sullo schermo la leggenda di Faust da Goethe e realizza uno dei capolavori dell’epoca. Tra i film pittorici più affascinanti della storia del cinema con momenti indimenticabili, un lavoro sullo spazio di grande impatto plastico, un avvolgente gioco di luci e ombre che disegna il duello tra ragione e perdizione folle.
 
 
Informazioni:
Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema
scalinata di via Milano 9 A, Roma
tel. 06 39967500
biglietto: intero € 4,00 – ridotto possessori della membership card PdE € 3,00