"Femminile Plurale 010"

Dal 10 al 14 marzo 2010

Quinta edizione di Femminile Plurale, appuntamento annuale dedicato all’arte delle donne, per Alphaville Cineclub, dal 10 al 14 marzo 2010 in Via del Pigneto 283 dalle ore 19.00.
Come nelle precedenti edizioni, Femminile Plurale vuol essere un contenitore di cinema, poesia, letteratura, pittura , arte in tutte le sue espressioni contemporanee, proposto dalle donne ma destinato ad essere apprezzato da chiunque abbia a cuore la bellezza, l’ironia e l’equilibrio di cui spesso il mondo ‘rosa’ è portatore costante. 
Ogni serata dunque ospiterà, prima della consueta proiezione alle 21.00, roma nzi freschi di stampa, raccolte di poesie anche inedite, reportage fotografici, brevi performance di danza, letture ed esposizioni di pittura tutte alla presenza delle autrici con le quali sarà piacevole poi scambiare opinioni, sensazioni, idee in attesa delle visioni serali.
La selezione cinematografica prevede la proiezione di cinque lungometraggi contemporanei ed una pellicola ‘vintage’, di grande appeal per spettatori giovani e non solo, corredati da cortometraggi anche antichissimi ed ironici sul ruolo della donna, sirena intelligente ma anche e soprattutto tentatrice…
Si inizia dunque mercoledì 10 con la presentazione, alla presenza dell’autrice, della raccolta poetica “Nomen Omen-Nomina sunt omina” di Cristiana Morroni, percorso mitologico in forma di poesia dedicato alle figure femminili trasfigurate nell’epoca contemporanea attraverso il destino in qualità di comune denominatore. Alle ore 21.00 è prevista la proiezione di “Mar Nero” (2008) di Federico Bondi, storia di inattese affinità tra l’anziana signora Gemma e la giovane badante romena Angela. Opera prima nel lungometraggio del fiorentino Bondi, è graffiante ed equilibrata con qualche irritante unghiata alla ipocrisia che da sempre circonda la terza età. La serata sarà introdotta dalla performance di danza “Rito e Mito” di Loretta Valeri, in replica il venerdì. Giovedì 11 alle 21.00 sarà possibile assistere alla visione di “ La Captive – la prigioniera” (2000) di Chantal Akerman, storia ispirata all’omonimo libro della Recherche di Marcel Proust, in cui il giovane e ricco Simon vive con Ariane un rapporto d’amore in forma di dominio.
Ma Ariane saprà liberarsene… per  sempre! Nel corso della serata sarà possibile assistere alla proiezione di cortometraggi e gallerie fotografiche tutte al femminile.
La poesia aprirà la serata di venerdì 12 con le nuove raccolte poetiche di Patrizia Berlicchi e Valentina Ferranti , seguite dalla proiezione di due brevi lungometraggi. Alle 21.00 è previsto “Cosmonauta” (2009) di Susanna Nicchiarelli, protagonista la 15enne Luciana che, nel lontano 1963, imbevuta del comunismo respirato in famiglia, scopre il maschilismo dei compagni e la lotta contro i “socialisti traditori”. A seguire è possibile (ri)vedere “Donne Senza Trucco” (1993), saggio di regia della allora  28enne Katia Von Garnier, ritratto di due giovani amiche in conflitto perenne con il mondo maschile ma in cerca dell’uomo giusto. Frizzante ed acuta, sembra coniugare lo stile elegante di Rohmer con il dinamismo sornione di  Almodovar.
Il roma nzo di Simona Dolce “Madonne Nere” aprirà la serata di sabato 13, alla presenza dell’autrice. Le pagine scritte da Simona raccontano una cruda storia di famiglia intrisa di retaggi arcaici e sottolineata dal coro di “signore e signori”, tipico di terre dalla tradizione antichissima. Alle 21.00 è prevista la proiezione di “Ti do i miei occhi” (2003), di Iciar Bollein, film-domanda sul perché una donna possa restare per 10 anni con un uomo brutale. Vincitrice di 7 premi Goya, affronta il tema della violenza domestica con un profondo scavo psicologico dei personaggi. A fine serata verrà proiettato il brevissimo cortometraggio di George Melies “Le tentazioni di S.Agostino” (1898), divertente “trattatello” sulla capacità ammaliatrice di ogni donna.
‘Femminile Plurale’ si conclude domenica 14 con la presentazione del roma nzo “Il silenzio perfetto” di Ilaria Mazzeo, storia di Ginevra e dei dolori, della leggerezza e della passione che attraversa la sua vita… Alle 21.00 il cinema al femminile è rappresentato dal sempreverde “Eva contro Eva” (1950) di J.L. Mankiewicz, commedia di stampo teatrale con protagonista una famosa attrice di Broadway alle prese con una giovane ed ambiziosa arrampicatrice che, a poco a poco, la scalza dal trono. Tra le stelle, Bette Davis e Marilyn Monroe.
La giovane pittrice Ilaria Paccini esporrà, per tutta la durata della rassegna, una selezione  di sue opere recenti.
 
Introduzione ai film a cura di Patrizia Salvatori
 
 
 
Entrata con tessera e sottoscrizione
 
Locale climatizzato
Info:  3393618216-33886394 65
         alphaville2001@ libero.it      
---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative