Festival del Cinema Sociale

FESTIVAL DI CINEMA SOCIALE
 
“QUESTIONI DI SOLIDARIETÀ:
VOLONTARIATO ALLO SPECCHIO DEL CINEMA”
Ad Arezzo la seconda edizione dal 29 novembre al 4 dicembre.
Tra gli ospiti Ilaria Occhini e Federico Bondi
 

 

 

 
 

 

 

 

 

Ecco il programma del festival:
 
Domenica 29 novembre – Arezzo Cinema Eden ore 21
Mar Nero (2008)
Di Federico Bondi
Con Ilaria Occhini, Dorothea Petre, Corso Salani, Vlad Ivanov
Intervengono:
Federico Bondi, regista
Ilaria Occhini, attrice
Adelmo Agnolucci, presidente Cesvot Delegazione di Arezzo
Piero Paolo Matteini, Sogni Magici – Dialoghi di luce
Stefano Cipriani, Associazione Cineforum 2
Simone Emiliani, Associazione Sentieri Selvaggi
Luciana Tartaglia, Associazione Donne Insieme
 
A seguire omaggio ad Ilaria Occhini proiezione del film:
Terza Liceo (1953) di Luciano Emmer in collaborazione con la Fondazione Centro sperimentale di Cinematografia- Cineteca nazionale
 
Lunedì 30 novembre – San Giovanni Valdarno Cinema masaccio ore 21.00
Io non ci casco (2008)
Di Pasquale Falcone
Con Maurizio Casagrande, Maria Grazia Cucinotta, Ornella Muti, Antonio Casagrande
Intervengono:
Raffaello Alberti, Fedic (Federazione Italiana dei Cineclub italiani)
Ivana Cannoni, Associazione A.Tra.C.To
 
Martedì 1 dicembre – Sansepolcro Cinema Nuova Aurora ore 21.00
Terra Madre (2009)
Di Ermanno Olmi.
Con Vandana Shiva, Ampello Bucci, Marco Rizzone, Pier Paolo Poggio
Intervengono:
Filippo Massi, Associazione Metamultimedia
Gabriele Mazzi, Associazione Fratres di Anghiari
 
Mercoledì 2 dicembre – Bibbiena, Loc. Soci Cinema Italia ore 21.00
PA-RA-DA (2008)
Di Marco Pontecorvo.
Con Jalil Lespert, Evita Cirri, Daniele Formica, Gabi Rauta
Intervengono:
 
Giovedì 3 dicembre – Cortona Teatro Signorelli ore 21.00
Cover Boy (2006)
Di Carmine Amoroso.
Con Eduard Gabia, Luca Lionello, Luciana Littizzetto, Chiara Caselli
Intervengono:
Simone Emiliani, Sentieri Selvaggi
Almarosa Pierozzi, Consulta del Volontariato di Castiglion Fiorentino
Daniela Bartolini, Associazione Amici al cinema – Cinespazio onlus
Debora Bongianni, Pubblica Assistenza Casentino – gruppo clown “i Giulivi”
 
 
Venerdì 4 dicembre- Arezzo Cinema Eden ore 20,30
Proiezione di frammenti del workshop
Si può fare (2008 film fuori concorso)
Di Giulio Manfredonia .
Con Claudio Bisio, Anita Caprioli, Giuseppe Battiston, Giorgio Colangeli, Andea Bosca.
Intervengono:
Boris Sollazzo, critico di Liberazione e film TV
Gianni Sacchetti, Associazione Camminando s’apre cammino
Piero Paolo Matteini, Sogni Magici – Dialoghi di luce
Stefano Cipriani, Associazione Cineforum 2
Simone Emiliani, Sentieri Selvaggi
 
A seguire premiazione e proiezione del film vincitore del Festival
 
 
Tutte le proiezioni, ad ingresso libero, sono precedute da una presentazione del film e tenendosi ad Arezzo e nelle quattro splendide vallate della provincia aretina – Valdichiana, Valtiberina, Casentino e Valdarno – rappresentano un ideale percorso di un angolo di Toscanafatto di territori ricchi di storia e di bellezze paesaggistiche.
 
“Questioni di solidarietà: volontariato allo specchio del cinema”, una manifestazione del tutto nuova nel suo genere, affonda le proprie radici nella realtà delle oltre 2.500 associazioni di volontariato toscano di cui Cesvot è organizzazione di costante riferimento e supporto, con compiti di formazione, consulenza, assistenza alla progettazione e di promozione di attività di ricerca, documentazione, informazione. Il Festival si rivolge anzitutto ai volontari e agli operatori delle associazioni di volontariato, perché attraverso la cinematografia possano approfondire ulteriormente le ragioni del proprio impegno, ma contestualmente a tutta la cittadinanza, nella convinzione che il cinema d'autore, a differenza di quello commerciale, muovendosi quasi sempre sul piano critico nei confronti della società e scavando in profondità nei meandri dell'esistenza e delle sue difficoltà, rappresenta un esercizio non solo meramente artistico e culturale, ma caratterizzato anche da una forte tensione educativa e da una proposta per un'azione di promozione umana e sociale.
 
“Questioni di solidarietà: volontariato allo specchio” è patrocinato da: Mediateca regionale Toscana, Università di Siena sede di Arezzo, Provincia di Arezzo, Comune di Arezzo, Comune di Cortona, Comune di San Giovanni Valdarno, Comune di Bibbiena, Comune di Sansepolcro, Comunità Montana Valtiberina Toscana, Comunità Montana del Casentino
 
Hanno collaborato le Associazioni culturali: Cineforum 2, Sentieri Selvaggi, Metamultimedia, Esplorazioni, Amici al cinema-Cinespazio onlus, Fedic, Sogni Magici- Dialoghi di Luce
 

 

Da domenica 29 novembre a venerdì 4 dicembre si svolge ad Arezzo e nelle quattro vallate circostanti la seconda edizione di Questioni di solidarietà: volontariato allo specchio del cinema”. Si tratta di un Festival cinematografico organizzato dalla Delegazione Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) di Arezzo, Festival che propone in concorso pellicole italiane prodotte negli ultimi 5 anni che affrontano in maniera significativa tematiche di ambito sociale. Tra gli ospiti di quest’anno ci saranno l’attrice Ilaria Occhini e il regista Federico Bondi.
 
Il festival, ideato e progettato da Federico Bindi, prevede la proiezione di film aventi ad oggetto questioni/problematiche concernenti ambiti sociali, culturali, ambientali. In particolare la manifestazione si svolge con la visione di 5 pellicole prodotte in Italia negli ultimi 5 anni proiettate nel territorio provinciale aretino. Una commissione di esperti sceglierà il film vincitore che sarà riproposto nella serata finale ad Arezzo, serata in cui sarà proiettata anche una pellicola di grande rilevanza artistica, alla presenza del regista e dell’autore del soggetto.
 
Per l’edizione 2009 si aggiunge una novità importante: nei giorni del festival sarà realizzato un workshop dal titolo: “Filmare il volontariato” diretto ai volontari delle Associazioni di volontariato.
Cinque giorni (dal 30 novembre al 4 dicembre), quaranta ore di lezioni tra teoria, tecnica e laboratorio, riflessione teorica e pratica del documentario. L’idea è quella di calare subito i partecipanti in un contesto operativo. Si realizzeranno brevi prodotti che seguano le tematiche proposte nel festival, durante la serata finale verranno proiettati spot dei lavori prodotti.