Festival del documentario d'Abruzzo

 

La "forma documentario" nella sua semplice complessità si pone come racconto/ testimonianza delle forze che animano le culture del mondo contemporaneo, come mezzo di riflessione e di approfondimento della realtà.
Il documentario ha spesso la capacità di reinventare e trasfigurare in modo narrativo per essere non solo réportage o mera registrazione di dati oggettivi, ma ricostruzione del reale attraverso uno sguardo personale che non esclude il ricorso all'ibridazione dei generi.
 
Ideato ed organizzato dall’Associazione culturale ACMA ( Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) di Pescara, il Festival del documentario d’AbruzzoPremio Internazionale Emilio Lopez giunto quest’anno alla quarta edizione, si propone di ritrovare uno spazio unico ed adeguato per la promozione e la valorizzazione del cinema documentario, cheavvicini ed educhi il pubblico a questa forma di linguaggio cinematografico offrendo anche l’opportunità di conoscere quanto accade in casa e nel resto del mondo.
 
Il progetto parte da una precisa volontà d'individuare un punto che convogli ed accomuni la possibilità di osservare ed indagare le realtà in maniera diretta, volto a valorizzare le attività documentaristiche e nel contempo ad offrire l’occasione ad autori e registi di misurarsi con opere capaci di documentare, indagare, interpretare la cultura, le sensibilità, le emozioni, le diversità e le tradizioni di un paese.
 
Il Festival, uno dei pochi in Italia dedicato esclusivamente al genere documentario, ha come scopoprincipale quello di favorire la conoscenza e la fruizione del cinemadocumentario sia italiano che internazionale e nel contempo fornire una ulteriore chiave di lettura in un panorama cinematografico eterogeneo e variegato in favore di stili, tecniche e linguaggi diversi che stimolino ed incoraggino altri lavori futuri.
Il Festival comprende cinque sezioni:
 
  • sezione documentari sperimentali inediti internazionali: concorso SPERIMENTARIO. Lo sperimentalismo nel cinema, così come nell’arte, ricerca sempre nuove regole del gioco e contribuisce all'estensione delle possibilità sensoriali, linguistiche, e tecniche soprattutto nel genere documentario. Si è  ritenuto pertanto  interessante dedicargli un concorso specifico ed anche innovativo nel panorama nazionale.
 
  • Sezione internazionale a tema: concorso VISTI DA VICINO. Vuole essere un’occasione in più per affrontare realtà internazionali nate dall’incrocio di esperienze e retaggi diversi, un progetto culturale in grado di aprire le porte alle contaminazioni e alla cooperazione. Inoltre offrire la possibilità ad autori e registi internazionali di misurarsi con questo tipo di cinema attraverso la realizzazione di opere capaci di cogliere quei momenti significativi della variegata vita sociale e culturale dei paesi del mondo,seguendo un tema che di anno in anno verrà assegnato.
Il tema dell’ edizione 2010 è:
Il MURO”
la diversità come necessità della vita, come dato ineluttabile, come valore e ricchezza per lo scambio e la crescita umana, oltre il muro delle intolleranze di ogni tipo.
  • La sezione PANORAMA ITALIANO che offre al pubblico i documentari più interessanti della stagione, presentati dagli stessi autori.
  • sezione abruzzese: ABRUZZO DOC concorso per documentari che si occupano di tematiche legate al territorio abruzzese e/o girati in Abruzzo e/o realizzati da registi nati o residenti nella regione.
  • sezione monografica (fuori concorso): SGUARDO D’AUTORE dedicata alle opere di un noto regista italiano od europeo che fin dal suo esordio si è occupato anche del cinema documentaristico e a cui verrà assegnato un riconoscimento per la carriera.
 
Due Giurie tecniche assegneranno il Premio Emilio Lopez al Miglior documentario rispettivamente per il concorso abruzzese e per quelli internazionali sperimentale ed atema, mentre una giuria popolare formata dal pubblico che assisterà alle varie serate della Festival, assegnerà il Premio al Miglior documentario italiano d’autore.
 
Il Festival è dedicato alla memoria di Emilio Lopez, regista e montatore di numerosi documentari, tra i quali diversi dedicati all’Abruzzo.
 
Pescara
21 – 25 GIUGNO 2010
Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez
via Firenze, 99 – 65122 Pescara
tel.: +39 085 4210031
fax: +39 085 4516025
---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
E-mail: festival@abruzzodocfest.org
Website: www.abruzzodocfest.org

Festival del documentario d'Abruzzo

Si è conclusa la terza edizione del Festival del documentario d’Abruzzo – Premio Internazionale Emilio Lopez, organizzato dall'A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) con la serata finale svoltasi sabato 23 maggio a Pescara. 35 i lavori selezionati, oltre 36 ore di proiezione, cinque i giorni riservati alle visioni, otto gli incontri effettuati con i registi e la produzione. I vincitori sono stati designati dalle due Giurie tecniche:- una presieduta dall’attore e regista Corso Salani e composta da Manel Mayol e Giuliano Girelli, che ha assegnato il Premio Emilio Lopez al miglior documentario sperimentale  ed al al miglior documentario internazionale: Ana di Antonio Vergamini e L'isola analogica di Francesco G. Raganato. (f.m.)

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

 

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------