Festival di cinema spagnolo

Al cinema Farnese di Roma, dal 16 al 22 maggio 2008

venerdì 16/05, 20.00
domenica 18/05, 22.00
LA SOLEDAD(la solitudine)
di Jaime Rosales
Spagna | 2007 | col | 35mm | 130 min
Pluripremiato in patria e all’estero [vd link], definito dalla critica come il miglior film spagnolo degli ultimi dieci anni, il film del talento catalano narra la storia parallela di Adela e Antonia, due donne ferite in cerca d’amore.
Il filo conduttore infatti è la solitudine dell’essere umano, declinata in tutte le sue possibili sfaccettature, dalla piccola solitudine che accompagna le giornate sempre uguali di Adela, in cui ognuno può ritrovare la banalità del suo quotidiano, a quella grande che si sente dopo una perdita che invade il corpo e annebbia la mente.
venerdì 16/05, 16.00
sabato 17/05, 22.40
LA LEYENDA DEL TIEMPO(la leggenda del tempo)
di Isaki Lacuesta
Spagna | 2006 | col | 35mm | 105 min
Il particolare stile di Lacuesta si caratterizza nel rompere le barriere tra realtà e finzione.
Il documentario non dovrebbe essere visto come un genere monolitico, si può infatti detestare Moore e amare Van der Keuken: entrambi fanno parte dello zoo del documentario, ma s’assomigliano come un rinoceronte assomiglia a una gazzella. Dice il giovane cineasta: “A volte è più giusto distinguere un cinema scritto da uno improvvisato, piuttosto che differenziare il cinema di finzione da quello documentario.
sabato 17/05, 18.30
lunedì 19/05, 22.30
IL SILENZIO PRIMA DI BACH
di Pere Portabella
Spagna | 2007 | col | 35mm | 102 min
“El silencio antes de Bach” si avvicina alla musica, alle discipline e ai mestieri che ruotano intorno all’opera di Johann Sebastian Bach.
Uno sguardo sulle profonde relazioni drammaturgiche esistenti tra immagini e musica, per decomporre la narrazione cinematografica intesa in senso hollywoodiano.
La colonna sonora si nutre di composizioni di Bach, di due sonate di Mendelssohn e uno studio di Ligety, che formano una volta architettonica sotto la quale si dispiega la narrazione filmica: un viaggio per i secoli XVIII, XIX e XXI dando la mano a Bach.
mercoledì 21/05, 20.00
ORSON WELLES IN SPAGNA
MADRID BULLFIGHT / LA PELOTA BASCA
UK | 1955 | b/n | Beta SP | 52 min
In questi episodi Orson Welles è sempre in scena, conversa amabilmente con i suoi intervistati, sembra divagare, ma in realtà non perde mai d’occhio il filo del discorso.
Seppur inserito in un contesto dove il parlato ha una notevole importanza, l’oggetto della narrazione, che sia la corrida o la pelota basca, non ne viene mai oppresso, anzi ne risulta esaltato quasi coccolato dalle capacità affabulatorie di Welles. L’arte della digressione trova qui espressione piena, sposandosi con un’idea di far documentario in cui non conta l’immagine come tecnica, ma l’immagine come sentire, l’immagine a misura d’uomo.
giovedì 22/05, 21.00
UN LUGAR EN EL CINE
di Alberto Morais
Film dedicato alla memoria e al lascito non solo cinematografico di Pier Paolo Pasolini, in cui i cineasti Theo Angelopoulos e Víctor Erice ritornano sull’influenza del neorealismo sulla produzione pasoliniana; mentre dall’Italia, Ninetto Davoli, Tonino Guerra e Nico Naldini riecheggiano parole, aneddoti, poesie, canzoni dell’artista friulano.
L’Evento Speciale prevede l’incontro con il regista, la produttrice Verónica García e Ninetto Davoli attore per Pasolini in Il Vangelo secondo Matteo, Il fiore delle mille e una notte e Uccellacci uccellini, tra gli altri. Introduce Bruno Torri, Presidente del Sindacato dei Critici Italiani e fondatore della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro
---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative