Festival di Roma: ridotto L'altro cinema/Extra

Il no comment di Mario Sesti
Ha fatto discutere la decisione della direzione del Festival di Roma di ridimensionare L'Altro cinema/Extra, sezione sperimentale della manifestazione romana, diretta da Mario Sesti. Rispetto all'edizione 2009, quando Extra ospitò 29 film, nel 2010 saranno solo 12 e solo documentari. Contattato dal Corriere della sera, Mario Sesti non va oltre il no comment: “Senza autorizzazione mi hanno detto che non posso parlare”. Giampaolo Letta, vicepresidente e amministratore delegato di Medusa Film, ha dichiarato: “Come produttore e distributore, registro questo cambiamento con dispiacere. Non capisco perché limitare questa vetrina così importante, su prodotti sperimentali e giovani registi che hanno difficoltà a farsi strada e trovare momenti di accessibilità al pubblico e al mercato”. Il Corriere specifica che il cambiamento è avvenuto sotto la spinta del direttore artistico Piera Detassis e del presidente della Fondazione Cinema per Roma Gian Luigi Rondi; la decisione ha visto il parere favorevole dei consiglieri della Fondazione Cinema per Roma, Luca Barbareschi (per il Comune), Massimo Ghini (Provincia), Francesco Gesualdi (Regione); si è astenuto Pietro Abbate (Camera di Commercio). Da parte sua Rondi ha dichiarato al quotidiano: “Non vedo il ridimensionamento; al contrario, abbiamo reso Extra più importante valorizzando i documentari come in nessun'altra rassegna e ci sarà il verdetto di una giuria internazionale. Inoltre, abbiamo creato una nuova sezione per gli eventi speciali e dunque ci saranno le stesse proposte senza togliere niente a nessuno. Abbiamo avuto riunioni senza alcuna obiezione. Sesti potrà tenere incontri proseguendo fuori dal festival il suo viaggio nel cinema americano”.
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #7


Un commento