Game Therapy, di Ryan Travis

Francesco (FaviJ) è un adolescente con la passione per i video giochi che riesce a trovare una sala di controllo con decine di pc in grado di farlo accedere, con un avatar, a un mondo virtuale. Tuttavia, per entrare nella realtà del gioco ha bisogno di un complice e così coinvolge l’amico Giovanni (Federico Clapis) con la scusa che la “game therapy” possa risolvere i loro problemi della vita vera. Mentre superano i diversi livelli le loro esistenze cambiano, in un modo o nell’altro, ma la loro ultima missione potrebbe rivelarsi fatale. Riusciranno a sconfiggere il misterioso “spettro” che potrebbe rinchiuderli per sempre in una tela nera senza via d’uscita?

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Game Therapy di Ryan Travis è il debutto sul grande schermo dei quattro youtubers più amati dagli adolescenti e cioè Federico Clapis, FaviJ, Leonardo Decarli e Zoda che si ritrovano a descrivere i turbamenti dei giovani, sempre più al sicuro in delle realtà virtuali piuttosto che nel mondo di carne e ossa. Federico e Giovanni provano a sfuggire a delle vite dove regna la depressione (curata con manciate di psicofarmaci), dove le famiglie non sono più il porto sicuro ma luoghi di caos e appiattimento.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

favij in game therapyPurtroppo, oltre alle buone intenzioni e ad una discreta regia che ricrea in modo non troppo artefatto i livelli di gioco e che risulta credibile, in questo film non c’è molto altro. La debole sceneggiatura di Game Therapy impedisce a questa pellicola di accattivare e coinvolgere più di tanto lo spettatore che ha l’idea di trovarsi di fronte a una parodia di film come Indiana Jones, Stargate o un mal riuscito film della serie di Scary Movie. Voler riprodurre quasi fedelmente i diversi mondi di videogames come Assassin’s Creedrende Game Therapy poco originale e da come la sensazione di voler raggirare il pubblico facendo leva sul suo lato “nerd” e cinefilo.

I quattro youtubers, svincolati dal loro contesto orginale (la rete), sono poco convincenti e non riescono a muoversi in modo realistico in un film che alla fine vuol fare anche la morale su ciò che sia giusto e ciò che sia sbagliato, su come il vero mondo sia “al di fuori” anziché dietro lo schermo di un pc.

Regia: Ryan Travis
Interpreti: Federico Clapis, Favij, Elisa Piazza, Leonardo Decari, Zoda

Distribuzione: Key Films
Durata: 97′

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Origine: Italia 2015