Ghostbusters: Legacy, tra nuovi volti e creature familiari

A un anno dal primo trailer, una clip conferma la presenza (ridotta) di una creatura familiare ai fan. Ghostbusters: Legacy, che vedrà il ritorno del cast originale, uscirà in USA l’11 Novembre 2021.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #9


La pandemia non è ancora cominciata quando, nel dicembre 2019, viene diffuso il trailer italiano di Ghostbusters: Legacy. È stato il primo sguardo su quello che viene annunciato come un seguito diretto dei primi due capitoli della saga. Alla regia Jason Reitman, conosciuto per Juno e Tra le nuvole, che ha anche scritto il film insieme al padre Ivan, regista dei primi due film. Ghostbusters: Legacy doveva inizialmente essere in sala l’11 luglio 2020, ma causa covid l’uscita è stata spostata sempre più avanti da Sony, alla ricerca di un approdo sicuro al cinema. L’ultimo rinvio è quello dei primi giorni di aprile, con una data che questa volta non sembra a rischio: 11 novembre 2021. A 7 mesi dall’uscita è stata concessa un’altra occhiata al film, con una clip che mostra il ritorno di un’entità molto familiare agli appassionati.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come già detto, il film vuole essere un seguito diretto della saga originale, ignorando quindi totalmente il reboot al femminile del 2016 diretto da Paul Feig. Quest’ultimo era, nei piani di Sony, la prima pietra per il rilancio e l’ammodernamento del franchise, ma la major è tornata frettolosamente sui suoi passi a causa dell’insuccesso del film. Non solo commerciale, con il buco da 70 milioni che, a detta dell’Hollywood Reporter, avrebbe prodotto nelle casse di Sony, ma anche e soprattutto di pubblico. Molti utenti hanno immediatamente rigettato l’idea di un cast principale tutto al femminile, tanto che il primo trailer del film divenne in pochi mesi uno dei video con più dislikes della storia di YouTube. Oltretutto, accanto a fan prevenuti o semplicemente scontenti della direzione intrapresa dal film di Feig, si è scatenato anche un vespaio di commenti sessisti e misogini che colpì soprattutto il cast. Mentre il polverone in rete piano piano si depositava, giungeva a Sony la conferma di un risultato commerciale al limite del mediocre, obbligandola a tirare i remi in barca, con i piani per i due sequel andati in fumo.

--------------------------------------------------------------------
#ArenediRoma2021 – Tutte le arene di cinema della capitale


--------------------------------------------------------------------

La saga degli acchiappafantasmi non è nuova a intoppi del genere. Nel 1984 il primo Ghostbusters è riuscita ll’impresa di diventare la commedia più di successo del suo decennio, ma lo stesso non è accaduto con il secondo capitolo datato 1989. Il film era stato infatti pensato per essere uno standalone, con cast e regista che chiesero cifre esorbitanti per tornare in un seguito. Cifre faraoniche di per sé comunque insufficienti, visto che Bill Murray è rimasto costantemente riluttante a tornare nel sequel, esercitando il potere di veto che contrattualmente aveva (come Aykroyd, Ramis e Reitman) portando a frequenti riscritture della sceneggiatura. Quando finalmente Ghostbusters II è stato realizzato, il risultato scialbo lasciò insoddisfatti sia la critica che il pubblico. Da allora, si è parlato più volte di un terzo capitolo, specie nei primi anni 2000 con una sceneggiatura scritta a quattro mani da Dan Aykroyd e Harold Ramis. Il film, che sarebbe stato realizzato tra il 2010 e il 2011, si è infranto ancora una volta sul veto di Murray. La scomparsa di Harold Ramis nel febbraio 2014 ha complicato ancor più le cose, portando alla decisione di realizzare un reboot, con dei cammei degli attori della saga originale, senza però riprendere i loro ruoli.

Cosa che invece accadrà con Ghostbusters: Legacy, nel quale torneranno Bill Murray, Dan Aykroyd, Sigourney Weaver, Ernie Hudson e Annie Potts, seppur non da protagonisti. Al centro di tutto ci saranno, infatti, Finn Wolfhard, uno dei protagonisti di Stranger Things, e Mckenna Grace, che nella sua breve carriera può annoverare già film come I, Tonya, Ready Player One e Captain Marvel; accanto a loro ci saranno anche Carrie Coon, Paul Rudd e J.K. Simmons. La trama si incentrerà sull’arrivo di due ragazzi e della loro madre in un isolato paesino dell’Oklahoma. Dopo esser stati sfrattati, sono costretti a trasferirsi nella cadente villa ereditata dal nonno paterno. Quella che sembra solamente una catapecchia, però, è in realtà lo scrigno che conserva un segreto che molti sembrano ormai aver dimenticato.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------