Giuseppe Battiston si converte all’Islam in Pitza e datteri

Con l’efficace e imponente arma del sorriso, Pitza e datteri affronta la questione dell’integrazione multiculturale in Italia. La commedia è ambientata a Venezia, dove la comunità musulmana viene sfrattata dalla sua moschea, e ciò dà vita a svariati e goffi tentativi di riconquista del “territorio perduto”.

Fariborz Kamkari (I fiori di Kirkurk, The Forbidden Chapter) ha scelto come protagonista Giuseppe Battiston che indosserà i panni di un veneziano convertitosi all’Islam. Il film, distribuito dalla Bolerofilm, uscirà nelle sale il 28 maggio. (a.p.)