Gli ingovernabili: Aldrich, Huston, Hill da Sentieri Selvaggi

Da La La Land agli Oscar a Feud di HBO, passando per Orson Welles e i Five came back su Netflix, lo sguardo contemporaneo disperso tra tutti i formati dello schermo sembra concepire le tracce del passato come materiale malleabile, tassello-base da incastrare come elemento vitale e dichiarato di tutte le nuove storie possibili.


E allora, partendo proprio da quel Robert Aldrich resuscitato da Alfred Molina per la nuova creatura seriale di Ryan Murphy sulla faida tra Bette Davis e Joan Crawford, Sentieri Selvaggi vi offre la possibilità di recuperare, in tre appuntamenti a INGRESSO GRATUITO nella nostra sede di via Carlo Botta 19 a Roma, tre titoli dimenticati – e fuori catalogo! – di altrettanti maestri della Hollywood meno riconciliata e pacificata: grandi film di una modernità sorprendente, e in grado di intessere un dialogo inaspettato ed esplosivo con l’immaginario e le zone d’ombra del nostro presente.

30 marzo – HUSTLE (UN GIOCO ESTREMAMENTE PERICOLOSO), di Robert Aldrich, 1975

6 aprile – WISE BLOOD (LA SAGGEZZA NEL SANGUE), di John Huston, 1979

27 aprile – SOUTHERN COMFORT (I GUERRIERI DELLA PALUDE SILENZIOSA), di Walter Hill, 1981


Tutti i film sono in versione originale con sottotitoli in italiano, e verranno introdotti da parte dei redattori di www.sentieriselvaggi.it

a partire dalle h 20.30