Glocal d’Estate, a Torino fino al 4 agosto

Ha preso il via ieri 15 luglio “Glocal d’estate”, la versione estiva del Glocal Film Festival di Torino che fa parte di “Torino Città del Cinema 2020. Un film lungo un anno” e rientra nell’iniziativa “Torino a Cielo Aperto”. Bloccata sul nascere a marzo dall’emergenza Covid-19, la 19^ edizione dell’annuale appuntamento con la cinematografia piemontese si terrà infatti dal vivo fino al 4 agosto, seppur non presso le canoniche sale del Museo Nazionale del Cinema. Un calendario di 9 proiezioni che si snoderà attraverso la città dal centro alle periferie, per un’edizione diffusa che fa eco all’esperienza che Associazione Piemonte Movie porta avanti da anni col progetto Movie Tellers e al più recente progetto produttivo Torino Factory, che da un paio d’anni valorizza il territorio selezionando lavori audiovisivi realizzati nei diversi quartieri. Questa edizione dalla forma inaspettata si rivela così un’occasione ideale per quello che è da sempre obiettivo del Glocal: creare occasioni di visibilità e incontro con la creatività e l’industria cinematografica locale.

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
«Dal giorno stesso in cui abbiamo dovuto sospendere l’edizione 2020 io e il resto della squadra abbiamo avuto un solo obiettivo in testa: portarla a termine. Lo sentivamo come un dovere sia nei confronti dei film selezionati, sia nei confronti del nostro stesso lavoro», afferma Gabriele Diverio, direttore artistico.
Da subito gli organizzatori hanno pensato all’estate come momento ideale per recuperare le proiezioni dei concorsi Spazio Piemonte e Panoramica Doc e le realtà coinvolte hanno accolto con favore la proposta di portare sul grande schermo le pellicole in un tempo e uno spazio diversi da quanto previsto. Inoltre, in questa nuova veste il festival si fa ancora più partecipativo e si concretizza grazie alla collaborazione dei professionisti e registi che presenteranno i propri lavori in programma. Partenza ieri  Medium di Laura Cini a Palazzo Reale, seguito venerdì 17 da Pastrone! di Lorenzo De Nicola, documentario sull’autore di Cabiria (1915) ispirato dal ritrovamento di un suo manoscritto autobiografico. Ma ci sarà anche un omaggio al torinese Gianluca Maria Tavarelli, regista classe 1964 che nella serata del 28 luglio sempre presso Palazzo Reale riceverà il premio “Riserva Carlo Alberto” che, per il terzo anno consecutivo, il festival riserva a personaggi capaci di portare in alto il nome del Piemonte nel panorama cinematografico.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *