Grizzly Bear, indie rock per un film Sundance

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

I Grizzly Bear hanno firmato la colonna sonora per Blue Valentine, uno dei lungometraggi da tenere d'occhio selezionati dall'imminente Sundance Film Festival (21-31 Gennaio 2010).

Grizzly Bear – Knife (by Encyclopedia Pictura)

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

 

 Se rimosso, visibile anche qui

-----------------------------------------------------------
DOCUSFERA film, incontri, masterclasss, workshop sul documentario italiano


-----------------------------------------------------------

I Grizzly Bear hanno firmato la colonna sonora per Blue Valentine, uno dei lungometraggi da tenere d'occhio selezionati dall'imminente Sundance Film Festival (21-31 Gennaio 2010).
Il film – echi di Tom Waits nel titolo – è il ritratto intimo di un matrimonio che si disintegra: la relazione tra Cindy (Michelle WilliamsWendy and Lucy, Synechdoche NY, Mammoth, Shutter Island) e Dean (Ryan GoslingStay, Lars and the Real Girl, All good things. Lo vedremo anche in Promised Land, prossimo di John Hillcoat scritto da Nick Cave). La storia della giovane coppia con una figlia (Faith Wladyka), viene indagata per frammenti, nei diversi tempi e spazi in cui nasce e muore.


Lo sceneggiatore e regista di Blue Valentine Derek Cianfrance ha portato il suo esordio Brother Tied,Blue Valentine - Michelle Williams & Ryan Gosling diretto a 23 anni, proprio al Sundance, nel 1998; il suo film è stato visto in numerosi festival internazionali e premiato più volte (premio dedicato a Orson Welles a Huntington, in Florida, premio della giuria ecumenica a Mannheim/Heidelberg) per l'originalità e la forza come opera prima.

Dopo aver lavorato anche come direttore della fotografia anche per diversi documentari musicali (per Mos Def, Run DMC e Jam Master Jay, e sempre in questo ruolo è stato premiato anche al Sundance 2003 per Quattro Noza/Streets of Legend), ha scelto per il suo terzo lungometraggio i suoni dei Grizzly Bear, gruppo di stanza a Brooklyn autore di una miscela personale tra pop, il folk e la psichedelia, uno dei pochi gruppi che non si dedicano esclusivamente all'elettronica a far parte della prestigiosa scuderia della Warp Records.

knifeCostante l'attenzione di questo gruppo alla qualità filmica dei loro video: l'ultimo, legato al recente album uscito a Maggio, è l'inquietante creazione per Two Weeks diretta da Patrick Daughters; quello che vi proponiamo oggi è Knife, incredibile e bizzarra fantasia rurale/spaziale diretta a colpi di costruzioni, latex, green screen e trovate geniali da Isaiah Saxon e Sean Hellfritsch di Encyclopedia Pictura (making of).

 



 

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative