Guardiani della galassia Holiday Special, di James Gunn

James Gunn supera la trappola dell’holiday special e regala a modo suo la confortevole atmosfera familiare di un racconto natalizio. Su Disney+

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

L’episodio festivo è una trappola subdola nella quale sono caduti persino i migliori. George Lucas ha provato per ben tre volte ad associare anche il Thanksgiving al suo marchio più famoso. Star Wars Holiday Special (1978) si risolse in un disastro nonostante la presenza di tutto il cast al completo. La trasmissione sulla CBS è un fallimento che tutto il cast dimenticherebbe volentieri ed è una delle poche cose che la Lucasfilm non ha digitalizzato a scopi commerciali. Il recente rilascio su Disney+ ha riportato in vita Caravan of Courage (1984) e Battle for Endor (1985) ma nemmeno la nostalgia dei bambini di allora ha rivalutato lo sforzo di serializzare gli ewoks con un avventura per famiglie.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

La stessa piattaforma ha ceduto alla folle idea di James Gunn di realizzare Guardians Of the Galaxy Holiday Special. Un’ostinazione stramba almeno quanto quella di Drax e Mantis che sta dietro a tutta la trama. I due decidono di organizzare una notte della vigilia per il loro amico umano Peter Quill. Il cineasta era già stato licenziato dai Marvel Studios in nome del politically correct, era passato al nemico che gli ha affidato l’agonizzante carrozzone cinematografico della DC Comics, ed era stato rapidamente reintegrato per portare almeno a termine The Guardians Of the Galaxy Vol. 3 (2023). Un proposito così bizzarro poteva sembrare quasi il sabotaggio di chi ormai lavora già per la concorrenza. Tuttavia, il regista non avrebbe mai fatto una cosa simile ai suoi personaggi e anche questa volta ha portato a termine la sua missione suicida.

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

Il successo del franchise risiede nella sua straordinaria capacità di rielaborare la cultura pop nei meandri dello spazio profondo. Peter Quill si è portato dietro una percezione infantile della Terra, basata sugli stereotipi della musica leggera e della televisione. Così, il protagonista è ancora un bambino che idealizza il Natale, anche a milioni di anni luce dal suo pianeta d’origine. La festività ai suoi occhi perde ogni connotazione religiosa ma gli errori di traduzione distruggono anche il mito di Santa Claus. L’esibizione musicale che apre il film ha un titolo profetico: I Don’t Know What Christmas Is (But Christmas Time Is Here). La band aliena di Ovunque ha messo insieme i racconti indiretti sul simpatico anziano che porta i giocattoli e il risultato è esilarante. Il resoconto finale è quello di uno scassinatore schiavista che premia i bambini buoni ma lascia il letame nei calzini a quelli cattivi.

I terrestri sono strani perché credono ad un vecchio matto che visita ogni casa del mondo in appena quattordici ore. Tutti vogliono risollevare il morale di StarLord dopo la morte di Gamora e di Yondu facendolo sentire a casa ma nessuno sa come. Quale regalo può essere più gradito che fargli conoscere uno dei più grandi eroi del suo pianeta? Uno che ha salvato un’intera città ballando? Ovviamente, le leggende terrestri di Peter Quill sono sempre deviate dal suo immaginario. Kevin Bacon è solo un attore e Footloose (1984) è solo un film. L’escursione ad Hollywood Boulevard di Drax e di Mantis è comunque l’occasione per un altro eccezionale cortocircuito. I passanti e i turisti li scambiano per artisti di strada che imitano i personaggi del MCU e fanno la fila per farsi dei selfie con loro.

Guardians Of the Galaxy: Holiday Special abbraccia la percezione della festività che gli anglosassoni hanno codificato come una tradizione occidentale: il conforto di una riunione domestica e familiare in cui si sta insieme, si vedono vecchi film e si scambiano i regali. Un’atmosfera che è preclusa al protagonista, che è un apolide orfano cresciuto su una nave spaziale di contrabbandieri. Tuttavia, l’affetto degli amici e il contributo di un divertito e compiaciuto Kevin Bacon compiono l’ennesimo miracolo natalizio. Se il breve film riesce a trasmettere l’emozione di un christmas carol è soprattutto perché James Gunn si sente parte integrante di questa festa. Ormai, tutti i personaggi sono dei suoi parenti a tutti gli effetti. Questo è uno dei modi più affettuosi per prepararsi ad abbandonarli.

Titolo originale: The Guardians of the Galaxy: Holiday Special
Regia: James Gunn
Interpreti: Chris Pratt, Dave Bautista, Pom Klementieff, Karen Gillian, Kevin Bacon, Bradley Cooper (voce), Vin Diesel (voce)
Distribuzione: Disney+
Durata: 41’
Origine: USA, 2022

 

 

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3
Sending
Il voto dei lettori
3 (1 voto)
----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative