Helen Mirren e Alan Rickman nel thriller Il diritto di uccidere

Il thriller Il diritto di uccidere (Eye in the Sky), diretto da Gavin Hood (vincitore dell’Oscar come miglior film straniero per Il suo nome è Tsotsi e regista, tra gli altri, di Rendition – Detenzione illegale e X-Men le origini – Wolverine) uscirà nelle sale il 25 agosto distribuito da Teodora. E’ interpretato da Helen Mirren, Aaron Paul e Alan Rickman, qui al suo ultimo ruolo. 

Protagonista è il colonnello inglese Katherine Powell, che dirige a distanza un’operazione contro una cellula terroristica a Nairobi. Il suo “occhio” sul campo è un drone pilotato in Nevada dal giovane ufficiale Steve Watts, ma quando diventa inevitabile sferrare un attacco entrambi realizzano che anche una bambina innocente finirebbe tra le vittime. Mentre nessun politico nella “war room” londinese vuole prendersi la responsabilità di una decisione, una drammatica serie di eventi fa precipitare la situazione.

I dilemmi che i personaggi del film sono costretti ad affrontare  – ha detto Gavin Hood – sono reali e non facilmente risolvibili e le riposte che provano a dare sono profondamente umane, permettendo al pubblico una connessione emotiva con quello che accade. Come regista cerco sempre di non fare prediche, piuttosto di presentare delle domande in una forma cinematografica tesa e viscerale, che appassioni lo spettatore e al tempo stesso sfidi le sue nozioni di bene e male”.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Il trailer

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------