HOME CINEMA: Daltanius

Annunciato tempo addietro, torna finalmente in Italia una serie robotica fra le più amate, intelligente mix di fantascienza e feulleiton, al crocevia fra la classicità delle serie di Go Nagai e le istanze innovative che sul finire degli anni Settanta stavano rinnovando il genere. In DVD per Dynamic Italia

DALTANIOUS – IL ROBOT DEL FUTURO
(Mirai Robot Daltanias)
REGIA: Tadao Nagahama
PRODUZIONE: Nippon Sunrise per Toei Co.
DURATA: 26' (la serie si compone di 47 episodi raccolti in 12 DVD)
ORIGINE: Giappone, 1979
DISTRIBUZIONE: Dynamic Italia (Bologna) 2004
FORMATO VIDEO: DVD vendita
EXTRA DVD 1: Titoli di testa originali dei primi quattro episodi, sigla di testa e coda della versione televisiva italiana d'epoca, trailer edizione Home Video, Dynamic Italia trailers, Box cartonato per raccogliere i 12 volumi
AUDIO: Dolby Digital mono in italiano e giapponese
SOTTOTITOLI: italiano
FORMATO: 4:3 (1.33:1)

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

I meno volenterosi lo ricorderanno probabilmente per la delirante sigla italiana, cantata dai Superobot, che conteneva "perle" quali "Daltanious bim, bum, ba, le, giù e il nemico non esiste più", fino al celeberrimo "tutto disintegra quando gli girano… le lame boomerang!". Ma a parte questo, c'è sicuramente poco da ridere, o quantomeno da scherzare, con Daltanious, una serie qualitatevamente meritevole e molto amata nel nostro paese, tanto che l'edizione DVD della Dynamic Italia si è già connotata come uno degli eventi più significativi di questo periodo.


Realizzata in un momento nel quale il genere robotico alla Go Nagai accusava ormai segni di stanchezza e attendeva quel rinnovamento che sarebbe arrivato di lì a pochissimo con il celebre Gundam, la serie in questione dimostra di avere assorbito i progressi all'epoca in atto nel genere e la tendenza a scardinare la centralità del combattimento fra robot (già sperimentata in opere come General Daimos o Danguard). Certamente questo momento è ben presente, ma è saggiamente diluito in una storia complessa, che non si contenta di avventure autoconclusive, ma sa creare una saga piena di colpi di scena, nei quali vengono tirati in ballo clonazioni, successioni al trono, legami parentali inaspettati, tanto che, a ragione, si è parlato di un ibrido fra la fantascienza e il feulleiton.


La storia si ambienta in un ipotetico (e futuro, almeno per l'epoca) 1995, nel quale la Terra è impegnata in una battaglia contro gli invasori Akron. In un paesaggio ormai devastato dalla battaglia si distingue la banda di teppisti comandati dal giovane Kento, presto designato dal dottor Earl, uno scienziato transfugo del pianeta Helios, distrutto dagli Akron, a pilotare il grande robot Daltanious (da notare che in originale è Daltanias). Per attendere di vedere il gigante in azione, comunque, bisogna aspettare il terzo episodio, quando fa la comparsa il leone meccanico Beralios, che deve unirsi alla navetta Gumper e al robot Antares con una procedura complicata, ma spettacolare. L'intricato seguito merita di non essere rivelato lasciando al pubblico il piacere di riscoprire questo storico cartoon.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

L'edizione DVD della Dynamic si articola in 12 DVD (un po' troppi a dire il vero), raccolti nel consueto box cartonato a tiratura limitata e ha dalla sua il merito di riproporre la serie con il classico doppiaggio televisivo curato dalla CTM e la sigla d'epoca. Il video è stato rimasterizzato dalla pellicola originale, ma i colori non troppo brillanti denotano che il negativo non ha subito restauri: in ogni caso possiamo affermare che "Daltanious" torna a noi come non l'avevamo mai visto. Speriamo quantomeno che l'operazione di riscoperta voluta dalla Dynamic non si limiti al mercato del video, ma permetta al "robot del futuro" di tornare anche in televisione, magari proprio su Italia 1, il canale che, nel lontano 1981, lo ospitò per la prima volta.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8