HOMEWORKS – In a Valley of Violence, di Ti West

SentieriSelvaggi si porta i compiti a casa per le vacanze: ecco gli “unknown pleasures” che nel 2016 sono rimasti fuori dai nostri grandi schermi. Come questo western con Ethan Hawke e John Travolta

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Paul (Ethan Hawke) è un disertore alla ricerca di nuova pace in Messico, meta del suo viaggio. In compagnia della sua fidata cagna Abbey approda a Denton, desertica cittadina in cui vige un regime del terrore nelle mani di Gilly (James Ransone), figlio e vice dello sceriffo Marshal (John Travolta), losco ma razionale individuo che non riesce ad imporsi sul carattere schizofrenico del suo rampollo. Gilly vede in Paul l’ennesimo straniero da torturare a proprio piacere e, in un gioco di sfida sotto gli occhi della ragazza Ellen (Karen Gillan), avrà la peggio dando così il via ad una rancorosa vendetta che vedrà i due uomini protagonisti a ruoli alterni: vittima e carnefice, Paul, reclamerà giustizia per l’assassinio di Abbey perpetrato da Gilly e i suoi scagnozzi (fra cui Larry Fessenden) senza alcuna pietà, aiutato da Mary Anne (Taissa Farmiga), una donna del posto ormai perdutamente innamorata di lui.
In un anno che ha visto il grande ritorno del genere western nelle sale cinematografiche (tra gli altri I Magnifici Sette di Antoine Fuqua, in cui troviamo ancora Ethan Hawke, e The Hateful Eight), il regista Ti West non vuole essere da meno. Avvezzo al genere horror (V/H/S, The Sacrament), la sperimentazione compiuta per In a valley of violence, primo film fuori dai canoni per West, si potrebbe dire riuscita: la cura visiva e narrativa non manca di echi ai classici spaghetti western firmati Sergio Leone (principalmente nei titoli di apertura), pur staziandosi nel contemporaneo tra dinamiche sfaccettate e di certo interesse. Se in Ethan Hawke possiamo trovare un buon interprete, è sicuramente John Travolta a stupirci con un ruolo che gli calza perfettamente e che tiene banco con grande veemenza, facendoci sperare di rivederlo in futuro in altre pellicole della categoria.
in-a-valley-of-violenceLa sceneggiatura, scritta dallo stesso West, è punto fondamentale di un film che, nel suo svolgersi, sorprende per diversi impatti narrativi apparentemente sconnessi in una iconografia classica del personaggio. Infatti, laddove Paul potrebbe apparire una sorta di vivace Lucky Luke senza troppe pretese, nel corso della vicenda la sua figura si tramuta e ci spiazza in continuazione: la tenerezza data dal rapporto con la cagna Abbey lascia il posto a scene di omicidi efferati mostrati in un impressionante primo piano, il lascito emotivo dato dall’incontro con Mary Anne potrebbe descriverlo come un uomo sentimentale eppure, nella vendetta, Paul non trova pietà davvero per nessuno, neppure per il ‘meno peggio’ tra gli scagnozzi di Ginny.

----------------------------
15 BORSE DI STUDIO DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Per quanto il cinema (come la letteratura) ci abbia abituati ai personaggi mezzani, contrapposti tra bene e male in dosi analoghe e sfumate, quello che stupisce della caratterizzazione data da West è il parossismo in cui si incentra il ruolo di Hawke, in una totale frammentazione che vede il lato buono e quello cattivo in un’ottica ben delineata e separata, ai limiti della psicosi.
Un western a basso budget ambientato principalmente, e quasi esclusivamente, nello sfondo della cittadina di Denton che, per quanto già dal termine non si possa intendere una vasta metropoli, ci si presenta praticamente deserta, eccetto i noti protagonisti e un paio di personaggi di contorno.
Degna di nota è la soundtrack curata da Jeff Grace, perfettamente legata ad ogni piano sequenza in un ottimo racconto sonoro che si presta egregiamente alla pellicola.

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative