Hunger

Hunger

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Titolo originale: Id.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Interpreti: Michael Fassbender, Liam Cunningham, Brian Milligan, Liam McMahon, Stuart Graham

Origine: UK, Irlanda, 2008

Distribuzione: BIM
Durata:  96'


A pochi mesi dal successo di Shame, esce finalmente in Italia Hunger, il primo lungometraggio di Steve McQueen, sempre in coppia con Michael Fassbender (Prometheus, Knockout – Resa dei conti, A Dangerous Method, X-Men: L’inizio, Jane Eyre, Bastardi senza gloria). Il film ripercorre gli eventi accaduti nel 1981 durante il Secondo sciopero della fame. Nel carcere di Long Kesh, Irlanda del Nord, i detenuti dell’IRA, tra cui Bobby Sands (Michael Fassbender), si ribellano alle imposizioni del governo rifiutandosi di indossare gli abiti da loro forniti (blanket protest), di lavarsi e tagliarsi i capelli (dirty protest). Quando tali misure non sono più abbastanza, i prigionieri decidono di iniziare uno sciopero della fame, ma non in gruppo come nel ’76, bensì singolarmente e per tempi più prolungati, per aver maggior impatto sull’opinione pubblica. È proprio Sands a iniziare, morendo dopo 66 giorni di digiuno.

Hunger, scritto da McQueen con Edna Walsh, ha partecipato al Festival di Cannes nel 2008, vincendo la Camera d’Or come miglior opera prima. Il film ha anche vinto un BAFTA e sei IFTA (Irish Film and Television Awards), ricevendo critiche positive a livello internazionale. Per interpretare il ruolo di Sands, Fassbender si è sottoposto a una dieta di appena 600 calorie giornaliere. Nel film è presente un piano sequenza a camera fissa di 17’ in cui Sands discute dello sciopero con Padre Dominic Moran, interpretato da Liam Cunningham (Safe House – Nessuno è al sicuro, War Horse, Un poliziotto da happy hour, Scontro di Titani, Il vento che accarezza l’erba, Breakfast on Pluto). Per prepararsi alla scena, i due attori hanno vissuto insieme per un periodo di tempo, ripetendo la scena per almeno dodici volte. Ci sono voluti quattro tentativi per girarla.

(E.S.)

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"