I film della critica di fine 2021/inizio 2022

Stringimi Forte di Mathieu Amalric, in uscita giovedì 3 febbraio, è indicato tra i film della critica del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. Ecco tutte le altre segnalazioni

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Il Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) ha identificato i titoli più interessanti nel panorama cinematografico dell’ultimo periodo, inserendoli all’interno della lista “Film della Critica”.

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Di seguito sono riportate le motivazioni adottate dal sindacato nella nomina dei Film:

Re Granchio, di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis. L’opera è stata presentata in anteprima nella sezione Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes 2021 e qui in Italia al Torino Film Festival. In sala dal 2 dicembre 2021.

Motivazione:

Il Re Granchio porta in luoghi lontani nel tempo: nella Tuscia di fine ’800, terra ancora feudale dove un principe governa il destino dei propri sudditi, e all’altro capo del mondo, in una Patagonia dalle atmosfere quasi soprannaturali. Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis ricostruiscono un racconto orale ammantato di leggenda e realizzano un cinema avventuroso e insieme spirituale, capace di stupire lo spettatore e di accompagnarlo in territori inaspettati, tra la magia e la dannazione.

Beginning, di Dea Kulumbegashvili. Film, presentato in anteprima a Cannes e al Toronto Film Festival, è uscito in sala il 25 novembre scorso.

Questa la motivazione:

Lo straordinario esordio della georgiana Dea Kulumbegashvili racconta attraverso una messa in scena rigorosa di inquadrature fisse, pochi movimenti di macchina e controcampi che sono quasi sempre fuori campo, la presa di coscienza di una donna imprigionata nelle sue stesse scelte esistenziali: madre e sposa devota, Yana paga le conseguenze di un’emarginazione legata a una scelta di fede indotta dal marito, testimone di Geova in una società ortodossa. La sua ribellione diventa così un disperato atto di denuncia della condizione femminile in una società patriarcale.

 

Proseguendo, troviamo il vincitore del Gran Prix speciale della giuria a Cannes (premio ex equo con Un Eroe, di Aghar Farhadi), Scompartimento n.6, di Juho Kuosmanen, in sala dallo scorso 2 dicembre.

Il SNCCI ha indicato la seguente motivazione:

Da un romanzo di Rosa Liksom, Juho Kuosmanen firma una versione più ruvida e malinconica di Prima dell’alba, dove un sobrio romanticismo va di pari passo con l’attenta analisi psicologica. Teso e claustrofobico il film è la storia di un amore impossibile tra anime solitarie al Circolo polare, svelando lentamente allo spettatore un carattere di fragilità, avventura, sorpresa e una vitalità goffa e commovente, supportata da due interpreti di enorme bravura.

 

Ed è proprio il Gran Prix speciale della giuria di Cannes ex-equo al film di Kuosmanen ad aggiungersi alla lista. Un Eroe, di Asghar Farhadi, in sala dal 3 gennaio, è stato designato Film della Critica attraverso la seguente motivazione:

Tornato a girare in Iran, Asghar Farhadi ritrova l’ispirazione dei suoi giorni migliori seguendo per due giorni un detenuto in libertà per un permesso. Con uno stile che sembra pedinare la realtà e invece scava nelle sue contraddizioni, la regia allarga l’obiettivo del suo campo d’azione per restituire quel «girare a vuoto» dei fatti che la tivù e i social finiscono per spossessare delle loro radici reali lasciando le persone sole di fronte ai loro problemi.

Sempre da Cannes proviene Stringimi Forte, di Mathieu Amalric, in sala dal prossimo 3 febbraio.

Motivazione:

Mettendo in scena un viaggio in macchina come fosse una lunga elaborazione del lutto, Amalric racconta il potere dell’immaginazione – e dunque del cinema – come unico cicatrizzatore possibile dei traumi, e lo fa attraverso un racconto che sa essere minimale e stratificato allo stesso tempo: un melodramma che sussurra con tragica dolcezza il bilancio di una vita e della sua fuggevolezza.

Dalla Semaine di Cannes2021, il Sindacato segnala Piccolo Corpo di Laura Samani, in uscita il 10 febbraio. La motivazione:

Concretamente materico e insieme altamente spirituale, la regista fa leva sulla tradizione pittorica per restituire una dimensione ancestrale ed eterna, raccontando il legame materno come una forza propulsiva incapace di accettazione dell’umana finitezza. Un’esplorazione del femminile nelle sue forme più estreme attraverso un linguaggio cinematografico irriducibilmente vitale che individua nel corpo il suo alfabeto.

Il “bollino” è attribuito anche a Gagarine di Fanny Liatard e Jérémy Touilh, in sala dal 17 febbraio, con la motivazione:

L’utopia sociale tradotta dai codici della fiaba urbana nel racconto della resistenza estrema di un sedicenne il cui destino è iscritto nei suoi sogni cosmici. Un’opera prima che mescola fantascienza, il filone banlieue e il melò che lavora mirabilmente sullo spazio e sulla coscienza collettiva.

Infine, questa volta da #Venezia78, troviamo Spencer, di Pablo Larraín. L’ultima fatica del regista di Jackie sarebbe dovuta giungere in sala il prossimo 20 gennaio ma la sua distribuzione è stata recentemente rimandata a data da destinarsi.

Motivazione:

Come un ulteriore racconto di resistenza “politica” e concentrato come Jackie su una figura femminile reale, forte e battagliera, il film di Pablo Larraín sorprende per la capacità di elaborare in modo critico e originale un apparato di potere, familiare – sociale – istituzionale, che sovrasta la sensibilità dei suoi componenti, specialmente quelli integrati, come fu Lady Diana, insofferente a ogni tentativo di coercizione, per la casa monarchica britannica. Tra realtà storica e discrezionali elementi aggiuntivi, un biopic quasi favolistico su una donna tanto popolare, quanto amata.

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative