"I Muppet", di James Bobin


Man or Muppet?
Questo l'amletico dubbio al centro di una delle canzoni del nuovo film dei Muppet, ma non solo. La domanda è in realtà il vero e proprio tema del film, che corre sottile al di sotto della superficie dell'immagine dai primi fotogrammi alla fine. È il motore della vicenda, una progressiva presa di coscienza della propria identità e delle proprie capacità, portando a una crescita del personaggio del grande Jason Segel

--------------------------------------------------------------
IL N.13 DELLA RIVISTA CARTACEA BIMESTRALE DI SENTIERI SELVAGGI

--------------------------------------------------------------

I MuppetMan or Muppet? Questo l'amletico dubbio al centro di una delle canzoni del nuovo film dei Muppet, ma non solo. La domanda è in realtà il vero e proprio tema del film, che corre sottile al di sotto della superficie dell'immagine dai primi fotogrammi alla fine. Una questione d'identità svolta con leggerezza e rivolta agli spettatori più piccoli, facendo arrivare il messaggio forte e chiaro, convincente grazie alla parabola di Walter e del suo fratello/doppio Jason Segel. Da un lato, Walter è un Muppet, ma si crede umano; dall'altro, il personaggio di Segel è umano, ma si comporta da Muppet, creando problemi con la fidanzata Mary/Amy Adams, la (forse) più adulta dei due, anche se poi il suo comportamento viene inevitabilmente accostato a quello capriccioso di Miss Piggy.

Questa confusione esistenziale si rispecchia in un processo di progressiva “muppettizzazione” del mondo umano, a partire dal corpo flessibile di Segel: le scene di danza evidenziano la sua affinità con i pupazzi attraverso movimenti più tipici delle marionette che di un vero ballerino. La sua stessa immagine si confonde spesso con quella dei Muppet fino a diventare lui stesso, almeno per un momento, uno di loro. Un processo, questo, che sembra in parte toccare anche Mary, anche se, tuttavia, non si arriva mai a tale livello di ibridazione, quanto piuttosto si crea un'affinità su cui Adams gioca in una sorta di caricatura di sé stessa, riprendendo la dolcezza acqua e sapone di alcuni dei suoi personaggi, su tutti la protagonista di Enchanted (altro mondo diviso a metà). All'altro lato della barricata, Walter è all'inizio un Muppet sin troppo umano, caratterialmente ancora un bambino, seppure dovrebbe essere un trentenne. È lui il motore della vicenda ed è attraverso di lui che si spiega il tema del film, in una progressiva presa di coscienza della propria identità e delle proprie capacità, portando a una crescita del personaggio e alla sua affermazione in una delle scene finali, quando finalmente Walter capisce di cosa sia davvero capace.

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

Parallelamente, troviamo altre due coppie che vanno incontro allo stesso destino. Da una parte, Animal e Jack Black, versione più comica e “arrabbiata” della coppia centrale. Qui la muppettizzazione non è spontanea, ma forzata sul corpo di Black, intrappolato nello show dei pupazzi e inconsapevole marionetta, mentre Animal va da un comportamento controllato alla riconquista della sua usuale caotica esplosività. Dall'altra, Kermit e Miss Piggy, che doppiano palesemente i problemi più “umani” di Segel e Adams. Rimangono esclusi quei personaggi che, invece, rappresentano ciò che c'è di negativo nel nostro mondo, in particolare il magnate del petrolio interpretato da un Chris Cooper mai visto prima (irresistibile nel rap), mai Muppet o aspirante tale, ma sempre troppo umano nella sua funzione di burattinaio.

Man or Muppet? Torna il quesito a cui il film sembra rispondere che l'importante è semplicemente essere sé stessi. Messaggio che, tuttavia, non risulta mai didascalico grazie al suo inserimento tra le pieghe di ciò che è più tipicamente Muppet e che, in definitiva, fa davvero godere il film: spettacolo, canzoni, balli, una miriade di colori mentre i personaggi si comportano in maniera buffa, facendoci tornare tutti un po' nostalgicamente bambini.

Titolo originale: The Muppets
Regia: James Bobin
Interpreti: Jason Segel, Amy Adams, Chris Cooper, Rashida Jones, Peter Linz
Distribuzione: Walt Disney
Durata: 103'
Origine: USA, 2011
 

----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative