I ragazzi stanno bene

I ragazzi stanno beneTitolo originale: The kids are all right

Interpreti: Julianne Moore, Annette Bening, Mark Ruffalo, Mia Wasikowska, Josh Hutchersson

Origine: USA, 2010

Distribuzione: Lucky Red

Durata: 104'

 

  

I ragazzi del titolo sono due fratelli adolescenti di Los Angeles, Loni (Mia Wasikowska – Defiance, Amelia, Alice in Wonderland, Restless) e Laser (Josh Hutcherson – Polar Express, Vita da camper, Un ponte per Terabithia, Viaggio al centro della Terra 3D, Red Down) che vivono con le loro due madri. Ossia una felice coppia lesbica formata da Jules (Julianne Moore –  America Oggi, Vanya sulla 42esima strada, Safe, Jurassic Park II, Boogie Nights, Il grande Lebowski, Magnolia, Hannibal, Lontano dal Paradiso, Io non sono qui) e Nic (Annette Bening – Valmont, Indiziato di reato, A proposito di Henry, Bugsy, American Beauty, Terra di confine, La diva Giulia) che li ha avuti con concepimento per inseminazione artificiale. Ma quando Loni compie 18 anni i due fratelli maturano la decisione di voler scoprire chi è il loro padre naturale e si recano alla banca del seme scoprendo che diciotto anni prima il donatore era stato un ristoratore della zona di nome Paul (Mark Ruffalo – Studio 54, La mia vita senza me, In the Cut, Collateral, Se mi lasci ti cancello, Zodiac, Nel Paese delle creature selvagge, Shutter Island). Lo contattano e iniziano a costruire un bel rapporto con il loro strano padre fino a inserirlo di fatto nel nucleo familiare. Jules sarà accondiscendente mentre Nic lo ostacolerà. Le complicazioni sentimentali arriveranno puntualmente.

 

La regista Lisa Cholodenko, anche sceneggiatrice di questo film, è nota soprattutto per aver diretto episodi di molte famose serie TV tra le quali Homicide e Six Feet Under. Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival e poi alla 60 edizione della Berlinale vincendo il Teddy Award, ossia il premio per il miglior film con tematiche omosessuali. In anteprima italiana è stato presentato allo scorso Roma Film Festival in occasione dell’assegnazione del Marc’Aurelio d’Oro alla carriera per Julianne Moore. Il film ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura all’Indipendent Spirit Award, quello per miglior film di commedia e miglior attrice con Annette Bening ai Golden Globe 2011 ed era candidato a ben 4 Premi Oscar (Film, Sceneggiatura e i due attori Bening e Ruffalo).

  

(P.M.)

 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"