I vincitori del concorso: La bottega delle webseries

I Vincitori della Bottega delle webseriesSi è conclusa la prima fase del Concorso La bottega delle webseries, con l'assegnazione delle borse di sviluppo, del valore di 2000 euro ciascuna, finanziate da Rai fiction.

 

La bottega è un concorso/laboratorio che rientra nel percorso di sviluppo curato da Premio Solinas, che in collaborazione con Rai fiction si propone, sin dagli esordi, di scoprire nuovi talenti, selezionare, sviluppare, realizzare e distribuire una “webseries”


 

 

I vincitori e le motivazioni della giuria:

 

A.U.S. di Antonio Marzotto e Serena Patrignanelli.

Un concept di serie molto promettente con un personaggio memorabile. Gli autori sono giovani e se sono disposti a lavorare sul progetto possono arrivare a un buonissimo risultato".

 

Secondo lui di Herbert Simone Paragnani e Simone Ranucci 

Ci piace l’idea di un high concept dentro quella che è l’arena dominante dell’intero concorso: il precariato. Immaginarsi Gesù a Roma oggi come una sorta di alieno Mork c’è sembrata un’idea promettente, su cui lavorare.”

 

L'amore al tempo del precariato di Michele Bertini Malgarini, Olga Lateano e Eva Maria Giovanna Milella.

"È tutto nel titolo. Ma niente in questo progetto è lasciato al caso. C’è grazia, mestiere e il senso del tempo in cui viviamo. Ha messo d’accordo tutti.”

 

Con la motivazione “Uno spunto interessante: il conflitto tra l’ovvietà della vita e la necessità di provare stupore. Una scrittura a più livelli alimentata da un pensiero sulla contemporaneità da sviluppare meglio per il formato web", la giuria ha deciso di premiare un quarto lavoro I Maya – Profezie Di Tutti I Giorni di Simone Amendola e Daniela Ceselli, istituendo contingentemente una Menzione Speciale per non perdere le tracce di un questo lavoro.

Gli altri finalisti sono:

La fine del tunnel di Andrea Dargenio, Elia Gonella e Luca Vassalini

Chiesa nostra di Daria Bottura, Alessandro D'Onghia, Noemi Punelli, Michele Ippolito Rossetti e Virginia Maria Luigia Sangiorgi,

Cul de sac di Marco Morana

Roar epic di Vincenzo Ardito, Nicola Curzio e Donatello Di Bari

Sisterz di Andrea Virili

(m.t.s)