Il cinema di Orson Welles in un nuovo e-book

Pubblichiamo uno stralcio dell’INTRODUZIONE al volume The Other Side of Genius – Il cinema di Orson Welles. L’e-book è disponibile in tutti i principali store digitali

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Pubblichiamo uno stralcio dell’INTRODUZIONE al volume The Other Side of Genius – Il cinema di Orson Welles a cura di Fabio Fulfaro

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

“L’opera cinematografica di Welles può essere paragonata a un razzo: parte molto velocemente con l’accensione di Quarto Potere e approfitta dello slancio acquisito per andare lontano. In volo il razzo perde tutto: la fusoliera, i reattori, i passeggeri, gli osservatori e, alla fine, il pilota. Isolato nello stupido conformismo del cinema americano, si mette in orbita e rischiara il cammino futuro del cinema più moderno” Serge Daney

Ancora una monografia su Orson Welles. A guardare la sterminata bibliografia sul grande regista americano sembra un’operazione destinata all’oblio o al fallimento, tenuto conto della qualità e quantità di voci autorevoli che hanno analizzato in lungo e in largo la parabola wellesiana. Un autore “bigger than life”, bulimico, strabordante, che sin dalla opera prima aveva rivoluzionato tutti gli stilemi della grammatica filmica, spostando il cinema avanti di un secolo. Eppure a più di cento anni dalla nascita e a più di trent’anni dalla morte l’influenza di Orson Welles sul cinema contemporaneo appare sempre attuale, per non parlare del ritrovamento di spezzoni dei primi film, e della storia infinita dell’ultima opera rimasta nei cassetti, in attesa di produttori benevoli in grado di sobbarcarsi i costi del restauro e della resurrezione.
In realtà il punto di vista proposto dalla redazione di Sentieri Selvaggi è assolutamente anomalo e allo stesso tempo originale. Non si tratta dell’ennesima autopsia della produzione cinematografica, né di una mera parata agiografica atta a far risaltare il genio e la sregolatezza di un mito, ma il tentativo, onesto e sincero, di verificare l’impatto dei film di Orson Welles sull’immaginario individuale di semplici appassionati cinefili e come questo possa avere cambiato le modalità di fruizione dell’immagine cinematografica. Scriviamo di ciò che vediamo. Ma ciò che vediamo può influenzare il nostro modo di scrivere in maniera irreversibile. […]

In fondo quando stiamo sperimentando sugli altri non facciamo che parlare di noi stessi, a volte tra le righe, a volte nelle pause, a volte in certe sottolineature. Orson Welles rimane una figura mitologica impossibile da contenere in una singola definizione e tanto meno in una monografia. Parafrasando Gloria Swanson/Norma Desmond in Sunset Boulevard: “non è Orson Welles grande, è il Cinema senza di lui che è diventato un po’ più piccolo.”

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative