Il giorno più bello, di Andrea Zalone

Adattamento italiano del riuscito C’est la vie! di Toledano e Nakache, una piacevole commedia degli equivoci con un cast tutto sommato ben assortito.

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

Quando una persona ha trascorso l’intera esistenza ad organizzare “il giorno più bello” per una miriade di sconosciuti diversi, è naturale che inizi a sognare di farlo finalmente per sé stesso. L’amore, una barca e l’oceano. Questo è il sogno di Aurelio (Paolo Kessisoglu), un wedding planner innamorato di Serena (Valeria Bilello), la sua responsabile del catering sposata con Giorgio (Luca Bizzarri), un caro amico di vecchia data. Il piano di Aurelio è quello di organizzare un ultimo matrimonio per poi vendere l’azienda di famiglia e fuggire a vele spiegate con la sua innamorata. La situazione si complica e si intreccia quando Aurelio scopre che il probabile acquirente non è altro che il padre della sposa e che Serena non ha ancora parlato onestamente con il marito. Da qui in poi sarà un crescendo di imprevisti e difficoltà, come lo sciopero dei camerieri, il pesce marcio e le assurde pretese della famiglia dello sposo. Più Aurelio tenterà di fare bella figura con il possibile compratore e più aumenteranno gli ostacoli da superare.

----------------------------
15 BORSE DI STUDIO DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

L’esordio alla regia cinematografica di Andrea Zalone, storico autore e collaboratore di Maurizio Crozza, avviene con l’adattamento italiano di C’est la vie! Prendila come viene, una delle commedie francesi più riuscite e popolari degli ultimi anni. Partire da un soggetto così apprezzato rende il lavoro apparentemente più semplice, ma al contempo diventa molto forte il rischio di non reggere il confronto. La scelta di Zalone e dell’esperto cosceneggiatore Fabio Bonifacci, è quella di mantenere la struttura generale del copione scritto a quattro mani da Olivier Nakache e Éric Toledano, inserendo alcune variazioni per trasformare le relazioni tra i personaggi principali. Se il soggetto originale possedeva l’impostazione di un film corale orchestrato minuziosamente con un ritmo vertiginoso e frenetico, Il giorno più bello perde l’aspetto di “squadra” e il ritmo serrato del suo predecessore ma approfondisce le relazioni interpersonali tra i protagonisti. Il grande marasma di assurdi imprevisti e complicazioni, infatti, funge semplicemente da contorno al triangolo amoroso formato da Aurelio, Giorgio e Serena. L’amicizia tra i due rivali in amore, interpretati dal duo comico Luca e Paolo, è il fulcro su cui ruota l’intera vicenda e il loro confronto resta la dinamica più interessante del film.

Oltre ad una coppia rodata come quella formata da Luca e Paolo, Il giorno più bello propone l’esordio di Stefano De Martino nei panni dello sposo mammone e ballerino, in aggiunta al lanciatissimo Lodo Guenzi nel ruolo cucito su misura del cantante fallito e volubile. Il film risente chiaramente della mancanza di freschezza garantita dal cast dell’originale francese, ma in alcuni casi riesce a rialzare il ritmo con le interpretazioni energiche di Carlo Buccirosso e Violante Placido. I punti dolenti sono probabilmente i personaggi più macchiettistici, come la bizzarra coreografa Amaranta Paternò e il figlio insofferente di Giorgio; un adolescente col cappuccio, le cuffie nelle orecchie e il fumo in tasca, insomma il ritratto comodo e stereotipato dei giovani di oggi. Malgrado la banale caratterizzazione del personaggio, il confronto onesto con il padre a proposito delle aspettative e dei fallimenti della vita adulta è senza dubbio il momento più riuscito del film.

Considerando che si tratta di un’opera prima certe idee di montaggio, come i titoli di testa con “Il ballo del mattone” e alcune trovate narrative più originali, lasciano certamente ben sperare per il futuro. Senza il ritmo indemoniato e le grandi risate del film originale, Il giorno più bello resta una piacevole commedia degli equivoci con un cast tutto sommato ben assortito.

 

Regia: Andrea Zalone
Interpreti: Paolo Kessisoglu, Luca Bizzarri, Violante Placido, Valeria Bilello, Stefano De Martino, Carlo Buccirosso, Fiammetta Cicogna, Lodo Guenzi
Distribuzione: 01 Distribution
Durata: 100′
Origine: Italia, 2022

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3
Sending
Il voto dei lettori
3.13 (15 voti)
--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative