Il libro bianco dell’AFIC sul rapporto tra festival e territorio

Una ricerca che fotografa lo stato di salute dei festival dopo i due anni di pandemia, tra sfide da superare e legami con il territorio.

-----------------------------------------------------------
UNICINEMA LAST MINUTE! – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ. APERTE ANCORA LE ISCRIZIONI PER IL 2023!


-----------------------------------------------------------

AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema) ha recentemente rilasciato uno studio in cui si analizza lo stato di salute dei festival cinematografici italiani e il loro rapporto con il territorio. Il libro bianco – scaricabile in formato PDF al link – curato da Joana Fresu de Azevedo, è stato realizzato con il contributo di 72 festival associati e dislocati su tutto territorio nazionale.

----------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.12 – COVER STORY: TOM CRUISE, THE LAST MOVIE STAR

----------------------------

Il libro indaga le conseguenze che il biennio di pandemia ha avuto sull’industria culturale, in particolare la necessità di spostare i festival online è andata a privare gli eventi della «riconoscibilità dei luoghi, il rapporto tenace tra l’evento e il suo pubblico, la valorizzazione dei mille borghi, cittadine e città che costruiscono ogni anno la rete della promozione culturale».

--------------------------------------------------------------
DARIO ARGENTO – L’AMORE E IL TERRORE, A CURA DI GIACOMO CALZONI

--------------------------------------------------------------

Lo studio mostra evidentemente il rapporto di interdipendenza che si instaura tra gli eventi culturali e il territorio. L’80.6% riceve infatti finanziamenti da enti locali (divisi tra regioni, comuni, film commission e altre realtà minori), i quali – nel 66.2% dei casi – lungo l’anno rispondono con l’organizzazione di eventi industry: workshop di formazione professionale, eventi di pitching in presenza di produttori e distributori, e momenti di formazione/coinvolgimento per giovani registi, sceneggiatori e studenti di cinema, diventando così «centri di formazione e aggiornamento imprescindibili all’interno dei propri territori, non sempre provvisti di istituti e/o scuole di cinema professionalizzanti».

All’incontro di presentazione del volume hanno preso parte anche i direttori di tre festival internazionali (Carlo Chatrian per la Berlinale, Giona Nazzaro per il Festival di Locarno e Karel Och per quello di Karlovy Vary), i registi-produttori Marco e Antonio Manetti e la presidente dell’Italian Film Commissions, Cristina Priarone.

In conclusione, il libro bianco si indaga su alcune sfide che nei prossimi anni attenderanno i festival italiani. La prima riguarda il tema dei linguaggi della fruizione, se lo studio evidenzia un uso virtuoso delle piattaforme online e dello streaming durante il periodo di pandemia, «la storia insegna che ben poche volte si torna indietro da una radicale novità tecnologica». Bisogna quindi capire come verrà gestita la connettività delle eventuali forme ibride.

Il secondo tema riguarda gli interessi e le modalità del rapporto col territorio. Dato lo stretto rapporto evidenziato tra eventi e territori è infatti evidente che l’assenza dei festival è andata ad impoverire enti e territori locali. Bisognerà quindi trovare un punto di incontro tra le innovazioni tecnologiche e la presenza in territorio.

Chiara Valenti Omero, presidente AFIC, ha dichiarato «C’è sicuramente molto da fare nel dare il giusto valore alle realtà territoriali senza le quali nessun festival o iniziativa culturale trova pienamente la sua identità e nessun territorio trova questa stessa identità se è privo di un tessuto culturale originale. Tutto questo non può prescindere dal sostegno pubblico che attesta la qualità delle nostre manifestazioni e in questo senso va il lavoro della nostra associazione da oggi in poi».

Il libro bianco dell’AFIC è disponibile alla consultazione online e in formato PDF sul loro sito ufficiale.

--------------------------------------------------------------
LAST MINUTE SCUOLA TRIENNALE 2022-23

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative