Il Premio Corso Salani al Trieste Film Festival 2011

Si è costituita a Roma un'Associazione intitolata al cineasta scomparso lo scorso giugno 2010. Tra le finalità principali quella di incoraggiare il lavoro e di promuovere l'attività dei giovani filmmaker italiani indipendenti.

Il regista, attore e sceneggiatore Corso Salani

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

 

 

I propositi dell'Associazione, di cui è Presidente Malgorzata Orkiszewska Salani, sono quello di contribuire alla conoscenza e alla diffusione dell’opera di Corso Salani, costituire un archivio dove la sua produzione cinematografica possa essere conservata, consultata e restaurata; catalogare e contribuire alla pubblicazione dei suoi lavori ancora inediti con riferimento alla sua produzione letteraria.
Altri impegni sono quelli di promuovere iniziative che tendano a favorire l’attività creativa dei giovani cineasti, sensibilizzare i soggetti e le istituzioni culturali che possano materialmente farsi carico della realizzazione degli obiettivi dell’Associazione, promuovere e diffondere la conoscenza di opere cinematografiche e audiovisive indipendenti, in sintonia con l'ispirazione che ha caratterizzato le opere del regista fiorentino.
In questo senso la neonata Associazione ha deciso di istituire un premio intitolato alla memoria di Salani, cineasta che più di ogni altro in questi anni ha saputo creare un cinema straordinariamente innovativo coniugato a un modello di indipendenza esemplare rispetto a ogni esigenza di “mercato”. Il Premio viene realizzato in collaborazione con il Trieste Film Festival, la cui 22esima edizione si svolgerà dal 20 al 26 gennaio 2011.
Nello spirito del lavoro di Salani si è deciso di attribuire il Premio al progetto in corso di realizzazione di un filmmaker indipendente italiano al fine di contribuire concretamente al completamento del progetto medesimo. I filmmaker selezionati dovranno presentare materiali di lavorazione che comprendano una sinossi, note di regia un piano di sviluppo produttivo unitamente a materiale “premontato” in video.
Un comitato di selezione formato da cineasti, critici, direttori di festival particolarmente vicini al percorso artistico di Salani (Giovanni Maderna, Stefano Martina, Luca Mosso, Davide Oberto, Cristina Piccino) indicherà un numero ristretto di progetti (da 5 a 7) che saranno poi presentati dagli autori in una sessione di “pitching” durante il festival triestino: al vincitore andrà un premio di 10.000 euro, da intendersi come contributo al completamento del progetto e in una disponibilità a un servizio di tutoring produttivo da parte dei membri dell'Associazione.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Per informazioni: www.triestefilmfestival.it
 

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8